Non perdiamo il tempo dell’amicizia.

Vorrei ringraziare pubblicamente le amiche che con i mariti e i figli,   ieri sera hanno trasformato una serata nebbiosa e uggiosa in una magica serata per Natalizia. Senza far nulla di eclatante, ma semplicemente condividendo un desco insieme, con il calore di una stufa accesa, le lucine del nostro Presepio e i balocchi luccicanti del nostro albero, scambiandoci auguri sinceri e reali, tutti felici nel vedere i nostri amati bambini aprire i regali natalizi. Serata magica davvero, non programmata ma venuta così per caso, senza sceneggiate fasulle, in semplicità e serenità con tanto di reportage fotografico! Sono più che convinta e ne ho la riprova ogni giorno, che le amiche vere, quelle con la A maiuscola che mi sono rimaste sono veramente poche. Poche ma buone si dice in questi casi! Riconosco che per mettere nuovamente in gioco le componenti necessarie per costruire una solida amicizia sono tante e troppo impegnative, per avventurarmi in una nuova amicizia, solida, duratura e affidabile. Ci ho provato qualche anno fa, buttandomi a pesce e dando tutta me stessa come mi è consono: non ho ricevuto altrettanto affetto e mio malgrado, ho dovuto battere in ritirata. Non essendo più una ragazzina sprovveduta ed ingenua, ho ritenuto opportuno non regalare più la mia fiducia, la mia stima, il mio affetto, il mio aiuto morale o fisico non ha importanza senza motivazioni più che valide. La paura e la riprova di essere tradita o non ricambiata è troppo forte, ed io non me la sento più di investire su persone nuove. Sono troppo prevenuta o diffidente? Ammetto che di delusioni in fatto di amicizie, sicuramente ne ho procurate anche io, me ne rammarico ancora e i sensi di colpa non allentano la presa. Però da qualche tempo a questa parte, sto riscoprendo il piacere di mangiare una pizza con un’amica, o prendere un caffè, mi riscopro gelosa delle mie amiche vere e faccio di tutto per conservarle come un tesoro prezioso. Perché? Perché questo bisogno primordiale mi avviluppa, facendomi riallacciare o mantenere amicizie per ridere di niente, per chiacchierare di figli, per scoprire che il mio vissuto è identico al loro. Sto mettendomi molto in discussione, sto chiedendo pareri ed opinioni e non ho paura di chiedere ragioni o motivi di qualche comportamento che non comprendo o non mi è chiaro. Negli anni trascorsi, quelli della gioventù e dell’incoscienza, gli anni fatui dove non mi domandavo mai se sbagliavo io, ma reputavo che fossero sempre gli altri a farlo, non domandavo: traevo le mie conclusioni sbagliate o giuste che fossero. Presuntuosa e superficiale, lo ammetto solo ora. Forse proprio per questo non accettata da tante persone, donne o uomini, in fatto di amicizie. Devo e dobbiamo saper ascoltare, che secondo me non vuol dire stare a sentire con le orecchie mezze aperte, ma capire e fare nostro quello che l’altro/a vuole trasmetterci. Ho sempre pensato di essere originale, di avere una vita e un trascorso diverso dagli altri, di essere più sfortunata perché divorziata, ho sempre creduto che chi aveva una famiglia apparentemente normale e regolare fosse più felice ed appagato di me. Non è vero! Mai menzogna fu più plateale: tante famiglie o coppie che conosco benissimo, con figli o senza non importa, solo all’apparenza sono felici, contenti, con la casa del Mulino Bianco sempre tutta lucida e perfetta. Sotto sotto, scava scava anche loro, hanno le loro problematiche, le loro frustrazioni e purtroppo! Alcune/i le loro belle corna da indossare! Accessorio dal quale nessuno di noi è immune, ancora non hanno inventato il vaccino anti corna e vi dirò di più: non occorre lavorare fuori dalla propria città o dal proprio paesello, anzi! Le statistiche parlano chiaro: il maggior numero di storie clandestine si svolgono proprio negli ambienti di lavoro, quando i due protagonisti lavorano magari fianco a fianco, sfruttando la solita banale scusa della riunione serale o la fritta e rifritta pausa pranzo, per consumare l’amplesso clandestino. Per il palese fatto, che tutti e tutte ci assomigliamo, che i miei problemi possono essere i vostri e viceversa, non sprechiamo per favore un solo giorno della nostra vita ad arrabbiarci, a lottare per conquistare qualcuno che non gradisce la nostra amicizia o ci dimostra, seppur “sottobanco” che qualcosa si è rotto o qualcosina sta cambiando. Ci si rode il fegato, io personalmente soffro e non mi do pace, in generale non otteniamo nulla, tanto l’altra/o ha già deciso. Diventiamo solo più brutte e vecchie a furia di corrugare la fronte nel pensare ai motivi , poi arrivano le “zampe di gallina” o le “valigie sotto agli occhi” a furia di piangere. Occorre farsene una ragione, valutando con raziocinio che un giorno trascorso a discutere o ad arrabbiarsi per un nonnulla, è un giorno in meno che abbiamo vissuto, è un giorno in meno di tranquillità che abbiamo tolto ai nostri figli, sono ventiquattro ore in meno che ci restano da vivere. Insomma cari amici, lasciamo da parte una volta per tutte invidie e le ripicche sterili e inutili, non barrichiamoci dietro a false scuse, ma troviamo il coraggio per guardarci negli occhi e dirci se qualcosa non va. Diciamocelo davanti, non dietro le spalle, impariamo ad accettare che abbiamo sbagliato, se ci viene detto ci possiamo migliorare e non ripetere più l’errore commesso. Solo così si può proseguire un discorso serio di amicizia vera e rispetto reciproco: non si può e non si deve tacere o rimurginare, occorre parlare e parlare chiaro, se si tiene veramente ad un’amica. Perdonatemi la solita nota franchezza: mi infastidiscono molto le persone che si fanno vive con me solo a Natale o per il mio compleanno, trascurandomi palesemente tutto l’Anno. Mi fanno repulsione le solite sciocche e banali frasi di auguri, stentati e fatti di malavoglia solo perché a Natale si è tutti più buoni. Un par de balle! Scusatemi la chiarezza, ma è proprio a Natale o giù di lì che ne saltano fuori di tutti i colori dai famosi elastici delle mutande: i rancori, le rabbie represse, le delusioni, le sconfitte, le tristezze, i brutti voti dei figli a scuola, la fidanzatina che molla il nostro figliolo, l’amante che deve passare le festività obbligate con la povera moglie cornuta e mazziata, ma per favore! L’Amicizia, come l’Amore vero si devono dare e si devono ricevere tutto l’Anno solare, in una progressione continua, anche se gli impegni di lavoro e di famiglia ci soffocano. Cinque minuti per un caffè o due minuti per incontrarci, telefonarci passare da casa dell’altra per portare una piantina da due euro, in segno di amicizia anche se non è Natale o Pasqua, li dobbiamo trovare, ce li abbiamo, non venitemi a dire il contrario:volere è potere. O almeno, io la penso così.

 

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

8 pensieri riguardo “Non perdiamo il tempo dell’amicizia.”

  1. Carissima Amica,
    quella che deve ringraziare, prima di te e prima di chiunque altro, sono io…
    Mai e poi mai avrei pensato,fino a qualche settimana fa, che sarebbe stato possibile passare una serata come quella di domenica con due persone che, in modo diverso, avevano fatto parte della mia vita tanto tempo fa ma che da tempo ormai ne erano uscite. Non ci sono parole, per me, per descrivere quello che ho provato: sopra ad ogni altra cosa, una sensazione di “calore”, di “familiarità”, di “intimità” che solo le cose così belle e così semplici ma allo stesso tempo così grandi ti possono dare.
    E’ proprio vero che non è necessario fare “grandi” eventi per essere felici; basta una casa con pochi buoni amici, una (ottima!) pizza appena uscita dal forno, un calice di prosecco per un brindisi che viene dal cuore e tanto affetto sincero che ti scalda ancora più della stufa 🙂
    E poi la semplicità e la naturalità con la quale non solo noi ci siamo ritrovate, ma anche le nostre famiglie si sono prima “annusate” e poi piaciute e amalgamate, trovando subito interessi comuni e parlando, giocando e ridendo insieme come se si conoscessero da sempre.
    Credo che il complimento più grande in assoluto sia venuto da mio figlio, che quando tornando a casa gli ho detto “E’ proprio un bambino simpatico, M., vero?”, mi ha risposto (lui, che notoriamente considera TUTTE le femmine delle piccole ed insopportabili smorfiose): “Si, è molto simpatico, ma guarda che anche A.A. è davvero carina e simpatica!”. E’ stato conquistato anche lui 🙂
    Che dire… grazie, grazie e ancora grazie!
    Tra poco ti scrivo anche in pvt perchè avrei bisogno di una informazione che mi hai già dato due o tre volte ma che io continuo regolarmente a dimenticarmi.
    Per il momento, buon proseguimento di giornata e….. ah, dimenticavo!!! Guarda che ci avevi mezzo promesso che sotto l’albero di Natale ci avresti fatto trovare il secondo capitolo di Ninuccia e le scarpe degli Angeli, vedi che ci conto!!
    Un abbraccio forte,
    R.

    "Mi piace"

    1. Ciao ritrovata amica! Inaspettatamente ritrovata,non cercata e non voluta, ma comunque ritrovata! Ora scappo alla parrocchia di sant’Antonio dai frati, per far avere anche il mio cesto di alimenti per le persone che non hanno nulla da mangiare. domenica ho dimenticato di farlo avere nella nostra Parrocchia, dove vi era la raccolta e ora vado a recapitarlo di persona. Spero mi auguro di poter ripetere ancora l’esperienza semplice e piena di calore di domenica sera: un unico rammarico, mi dispiace tantissimo per l’altra mia carissima Amica, storica per davvero,che non ha potuto essere presente alla compagnia! Non dico che ci siamo conosciute alla Nursery, ma lei che ha due anni in più di noi, mi conosce da 48. E’ un’amica preziosa, sincera, affidabile, anche se ultimamente molto molto impegnata, ma non per questo meno affettuosa! Riconosco che sono molto fortunata a non lavorare più fuori casa e ad avere molto tempo a mia disposizione, al mattino soprattutto, che mi consente di muovermi come meglio credo. Non sottovaluto questa opportunità che ho e la utilizzerò al meglio, facendo i salti mortali per cercare di vedervi tutte! Sono sicura che la prossima volta parteciperà, faremo in modo di ritrovarci ancora tutte insieme. I bambini erano felicissimi, come si conoscessero da sempre, questo è il regalo più bello. Per Ninuccia, ricordo benissimo l’impegno preso: lo manterrò! Buona giornata. fabiana schianchi ugoletti.

      "Mi piace"

  2. Certo che ci sarò , contateci !!! 🙂

    Cara Fabiana ieri ci siamo viste di fretta e non siamo riuscite a dirci tutto ma anche io, come R., conto di trovare sotto l’albero il secondo capitolo di Ninuccia…
    Sono molto contenta che vi siate “ritrovate “, l’amicizia è veramente un dono prezioso e raro…
    Un abbraccio a tutte voi !

    "Mi piace"

    1. Ciao carissima Sandra! Che piacere leggerti di prima mattina!! Anche per me ieri è stato un momento molto speciale, mi ha fatto capire che non ti avevo persa,(sono un pò demoralizzata in questo periodo, tu sai il perchè) e forse vedo il nero anche dove non c’è!Accidenti la vita e le giornate di noi donne e ragazze,dovrebbero essere fatte di cinquanta ore per farci stare tutto! Proseguiremo senz’altro le nostre piacevoli chiacchiere, nell’anno nuovo e andremo anche a fare il nostro mini-shopping dove sappiamo… Anche io e R., siamo felici e piano piano,forse ancora con un pochino di cautela,per lo meno da parte mia,non lo nascondo! stiamo seminando per avere un buon raccolto negli anni a venire. Spero che i tortellini siano venuti bene, ma non ho dubbi…e ti dirò: mi piacerebbe assaggiarne uno, anche se la dieta e il colesterolo, leggermente alto lo vieterebbero! Mi si dice che il “polistirolo”, come lo chiama mia madre, si è alzato per i soliti problemi ormonali legati all’età, e a quei famosi dosaggi che non sono più perfetti. Ho rotto la mia bilancia e le dosi sono sballate, pazienza! Per Ninuccia, lo so che ve l’ho promesso, ma se poi non vi piace il proseguo?? La tentazione è molto forte, la dottoressa Ercolani vorrebbe che io scrivessi un altro pochettino della sua storia e mi avrebbe dato il consenso….vediamo entro venerdì 21 che cosa accade! Impegno per l’Anno Nuovo che prendo sul mio onore di gattolona pasticciona: cena o pranzo con te,R.M, R.S., R.R., (se ce la fa dati i tremilaecinquecento impegni!)e R.S.più i relativi mariti. Che cosa ne dici?? Bacioni e buona mattinata….Faby.

      "Mi piace"

  3. …e lo dico anche io sempre..ma non riesco a metterlo in pratica come vorrei, il lavoro di mio marito con orari e reperibilità non ci aiuta a mantenere le pubbliche relazioni come vorremmo… xkè non c’è sabato, domenica o giorno di festa…. e dire agli amici ci vediamo per un caffè dopocena martedi pomeriggio x loro non è possibile. a volte mi chiedo se davvero hanno voglia di vederci o è solo facciata

    "Mi piace"

    1. Purtroppo non c’è più il tempo nemmeno per un saluto al bar, seduti ad un tavolino guardandosi negli occhi e chiedendoci “Come stai?”. pensando veramente e con il cuore a quel come stai, e se hai bisogno o non stai bene, io provo PROVO ad aiutarti! Anche mio marito è via tutto il giorno ma cerco io come “dirigente di famiglia” di combinare gli incontri con i pochi amici veri che abbiamo. E pensa Rosa che questo modo forsennato di condurre la vita, ce lo siamo costruiti noi!

      "Mi piace"

      1. condivido perfettamente il tuo pensiero… corriamo corriamo e come si dice in dialetto calabrese in sacco finiamo… ( o piu’ o meno cosi) .. meno male che qui almeno un pò di socializzazione la possiamo mantenere♥ ti abbraccio

        "Mi piace"

      2. ..roba da poco cara Rosa! Non dobbiamo mai dimenticarci che qui è tutto finto, effimero, vano e vacuo….si parla con tastiere mute e non si sentono le voci degli interlocutori! Con tutto il rispetto per tutti e anche per me! Ma i blog alla fine….sono una grande fregatura, u ngrande circo virtuale nel quale ognuno di noi dà il massimo per ottenere che cosa?? Lascio ai posteri le risposte! Buona mattina.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: