Gateau di patate, gattò, o pizza di patate.

Dolci e salati cuochi e cuoche che mi seguite da casa, devo dirvi che è parecchio tempo che non aggiorniamo più il ricettario di Gattolona. Le giornate umide e uggiose ben si prestano a sperimentare (chi ne ha il tempo naturalmente..) ricette nuove, o a ripassare quelle che già conosce. Questo gattò se vogliamo italianizzare la parola, è un piatto saporito e rustico, se vogliamo chiamarlo all’italiana non dimentichiamoci di mettere l’accento sulla O, altrimenti diventa gatto e gli animalisti mi farebbero, giustamente chiudere il blog! È un piatto sia francese e significa torta, sia campano e siciliano, perciò italianissimo e sta a significare sformato. Per la consistenza degli ingredienti ed il corposo risultato finale, lo giudico adatto alle stagioni fredde, non certamente all’estate. E’ una portata unica, va solo accompagnata da un buon vino bianco frizzante o un rosso lambrusco, deciderete voi a seconda dei gusti personali. Vi posso dire che è di bassa difficoltà la preparazione e corto è anche il tempo per prepararlo: occorrono circa trenta minuti. Si può fare anche al sabato mattina, mentre i vostri bambini sono a scuola, così avrete il pranzo pronto e voi, bellissime signore avrete tutto il tempo per andare anche dal parrucchiere a farvi belle per i vostri corteggiatori. Poi calcolate altri 35/45 minuti di cottura (dipende sempre dal tipo di forno che avete, se tradizionale o con il motore che spinge molto, quindi ventilato), infine 10/15 minuti per farlo raffreddare. Se avete indossato il grembiule, raccolto i capelli e le manine lavate, andiamo ad incominciare:

INGREDIENTI:

1 kg. Patate a farina gialla

80 gr. Burro

3 uova

50 gr. Parmigiano Reggiano o Grana Padano

120 gr. Prosciutto cotto tagliato a dadini

100 gr. Mozzarella (anche di bufala se vi piace il sapore deciso)

100 gr. Provola o scamorza

pangrattato q.b.

1 cucchiaio prezzemolo tritato

sale e pepe noce moscata (se gradita)

Preparazione:

fai cuocere le patate con la buccia in acqua salata per 40 minuti, se usi la pentola a pressione per 20 minuti. Quando saranno tiepide, pelale e riducile a purea con lo schiacciapatate o con una forchetta, mettile in un recipiente alto e capiente, comodo per l’aggiunta di tutti gli altri ingredienti. Aggiungi il burro morbido a tocchetti, mescola con vigore sino ad ottenere un composto bello omogeneo. Aggiungi il parmigiano, le uova sbattute (senza residui di gusci possibilmente!) e amalgama ancora molto bene. Aggiungi ora il prosciutto cotto a dadini, il prezzemolo tritato, sale e pepe oppure la noce moscata se vi piace di più, ma poca poca, una leggerissima spolveratina! Intanto accendi il tuo forno a 180 gradi, fodera con carta da forno bagnata e strizzata bene, una pirofila di vetro per forno, o di terracotta, o uno stampo per torte antiaderente (non ha importanza!): Qualcuno invece della carta forno, imburra abbondantemente e cosparge di pane grattugiato la pirofila, fai come meglio credi e come sei abituato. Nel caso della carta forno, una volta strizzata va fatta aderire per bene alla pirofila, lasciandola debordare leggermente. A questo punto metti metà del composto ottenuto nella pirofila o teglia, stendilo per bene aiutandoti con una spatola piatta e rigida, stendi sopra la provola o scamorza tagliata precedentemente a fettine sottili e i dadini di mozzarella. Poi, versa l’altra metà del composto, livellalo con la solita spatola e per ultimo gesto, spolverizza il gateau con il pane grattugiato, farcire con i rimanenti 10 grammi di burro a fiocchetti, metti in forno e lascia circa quei 35/40 minuti. Quando con la pila controllerai la cottura se la superficie è dorata, il tuo gattone sarà pronto! Quando lo estrai, lascialo riposare per circa 15 minuti prima di servirlo a tavola.Lo puoi conservare in frigorifero per soli 2 giorni, ricoperto da una pellicola, non di più, poi alla bisogna lo riscaldi al microonde. Ti assicuro che è squisito, è un piatto unico e farai bella figura con i tuoi commensali. Se ho tralasciato qualche cosa nella spiegazione o hai un dubbio per un passaggio, non esitare a scrivermi e sarò super felice di aiutarti.

Buon appetito e buon gateau a tutti! la vostra cuoca instancabile, gattolonapasticciona.

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

4 pensieri riguardo “Gateau di patate, gattò, o pizza di patate.”

  1. Buon pomeriggio cara Fabiana,
    avevo già letto la ricetta un paio di giorni fa ma ora che ho qualche minuto in più sono riuscita a stamparla e stai pur certa che non mancherò di provarla, anche perchè già solo ad una prima lettura l’impressione è quella di un piatto molto appetitoso.
    Tu sai che ci sono un paio di tue ricette che ormai in casa mia sono diventate dei “best sellers”, la tua fantastica pizza e la tua squisita ciambella, e ho come l’impressione che anche questo “gattone” potrebbe seguire il loro esempio, oltretutto mi pare di vedere che la realizzazione non è lunga nè complicata e quindi perfetta per chi, come me, non è eccessivamente dotato per le arti culinarie. Ti farò sapere il risutato!
    Per il momento un caro augurio di buon week-end e un abbraccio,
    Roberta

    "Mi piace"

    1. Cara Robby, riesco a dare uno sguardo a quest’ora al blog, dopo uan giornata a dir poco “frenetica”. mi fa piacere che tu abbia stampato la ricetta, è corta da eseguire, semplice e anche molto appetitosa. Poi, quando si tratta di gattolone…raramente di sbaglia! non dovrei aver pasticciato negli ngredienti e nel procedimento: ti posso dire che è veramente squisito! Quando lo avrai sperimentato fammi sapere: ci tengo molto. Buoan serata e buon week end anche a te. Faby.

      "Mi piace"

      1. Lo proverò sicuramente presto, anche perché devo dire che già da tempo in cucina prediligo la politica del “piatto unico”, in parte perché è un all’aiuto dal punto di vista delle tempistiche di preparazione e in parte perché noi (come penso molti altri) non siamo più abituati al classico menù del boom economico che prevedeva primo, secondo, contorno, frutta e magari pure il dolce! Magari alla domenica si fa qualcosa in più, ma normalmente si alterna il primo con gusto secondo, e sempre un po di verdura. La frutta invece ancora non ho capito quando la dobbiamo mangiare! C’è la scuola di pensiero dei dietisti che dicono “sempre lontano dai pasti altrimenti gonfia e ingrassa!!” e ci sono invece quelli che “mangiatela quando vi pare l’importante è mangiarla” e tu vai a capire chi ha ragione!! Mah…

        "Mi piace"

      2. Devo dirti Roberta che la frutta va veramente mangiata lontano dai pasti, tipo allo spuntino di metò mattina, magari con un pacchettino di crackers, oppure alla fine del pasto ma solo la mela. Per le sue proprietà la mela, è digeribilissima, non gonfia e non rallenta il processo di digestione. Tutti agli altri tipidi frutta invece tendono a gonfiare e a rallentare.E’ un metodo sperimentato ed adottata da me da diversi anni e posso confermarti che funziona. Oramai visti i tempi sempre più ridotti e ti dirò, vista anche la grande crisi, anche io cucino un piatto unico accompagnato da tanta verdura. Magari saporito, sostanzioso ma uno solo. I miei famigliari si sono abituati e stiamo tutti molto meglio.I pranzi rappresentativi del Natale, della Pasqua o delle Sagre del Patrono, non sono più alla portata del nostro stomaco. Non avendo più vent’anni, quando si mangiavano anche “i sassi” (diceva mio padre”) ora dobbiamo stare veramente attenti alle nostre digestioni e ai mal di testa che deriverebbero da una grande abbuffata. Le suocere e le mamme si offendono se noi, “giovani” non assaggiamo tutto: dall’antipasto, ai quattro primi, ai tre secondi, contorni, verdure fritte, al forno, al vapore, dolci, sorbetto, frutta….caffè e ammazzacaffè. e per finire un bel trionfo di” ambulanza e di corsa all’ospedale per indigestione Natalizia”! Faby.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: