Un senso ( Vasco Rossi).

Voglio trovare un senso a questa sera
Anche se questa sera un senso non ce l’ha.
Voglio trovare un senso a questa vita
Anche se questa vita un senso non ce l’ha.
Voglio trovare un senso a questa storia
Anche se questa storia un senso non ce l’ha.
Voglio trovare un senso a questa voglia
Anche se questa voglia un senso non ce l’ha.
Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà…
Domani arriverà lo stesso
Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani è un altro giorno arriverà…
Voglio trovare un senso a questa situazione
Anche se questa situazione un senso non ce l’ha.
Voglio trovare un senso a questa condizione
Anche se questa condizione un senso non ce l’ha.
Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà
Domani arriverà lo stesso
Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani è un altro giorno arriverà…
Domani è un altro giorno… ormai è qua!
Voglio trovare un senso a tante cose
Anche se tante cose un senso non ce l’ha
Lalalalala
Lalalalala
Domani arriverà
Domani arriverà lo stesso
Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani è un altro giorno arriverà
Domani è un altro giorno arriverà
Domani è un altro giorno

Vi lascio questa melodia del Vasco nazionale, la serata per me è quella giusta, dopo una giornata vissuta all’insegna del ricordo.Potrei dare un titolo a questo ultimo, lento, stanco, pensieroso e affettuoso giorno di Febbraio: “La giornata mondiale del ricordo”. Anche se oramai sta volgendo alla fine, non posso dire di non averla vissuta, pensata, mi sono trascinata dalle 08.05 del mattino, minuto più minuto meno sino a quest’ora nel ricordo. Ho pranzato e cenato male, con il nodo allo stomaco, con i ricordi a farmi da viatico, con i pensieri che sono riaffiorati ancora ed io li ho riaccolti, facendomi illusioni. Non ha senso, non c’è logica oggi come nel duemila, non c’è speranza non ora, non adesso. Forse nella prossima vita, forse… Che senso hanno questi ricordi? Servono solo a far male ad incidere ancora più in profondità ciò che è già profondo, ciò che è già stato in me marchiato a fuoco. Non c’era bisogno di ricordare ancora, è fin troppo presente tutto nei minimi particolari. Mi sono trascinata stancamenteper dodici ore ripensando e risentendo vivido il gesto della famosa stretta del braccio sinistro, mi ci sono persa annaspando senza fiato. Perchè la vita mi fa ancora questi scherzi non voluti, ma bramati? Perchè Reggio Emilia è una città così’ piccola e borghese e prima o poi ci si incontra tutti quanti? Oggi nulla ha senso, le poche forze riacquistate se ne sono andate via, perse nel guardare una bicicletta pedalare in fretta, non ha senso comunque e ne sono consapevole, ma domani arriverà lo stesso e sarà un giorno nuovo da vivere e sul quale vincere. Niente ce l’ha un senso se non sono io stessa a darglielo e stasera non me la sento, perdonami amore mio adorato, ma stasera non chiedermelo.

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

13 pensieri riguardo “Un senso ( Vasco Rossi).”

  1. Pur non sapendo della giornata del ricordo, anche noi oggi, per altri motivi, abbiamo pensato molto. Pensare, nel giusto modo e senza esagerare, fa bene a noie alla nostra mente! Bellissime parole, le tue e quelle di Vasco! 🙂
    Buona serata!

    "Mi piace"

    1. S’ sono d’accordo con voi, pensare riflettendo oppure pensare senza riflessioni profonde può essere molto utile. Nel primo caso è sicuramente più faticoso, si mettono in atto meccanismi del cervello che si solito sono a riposo. Ma alla fine serve: decreterò il 28 febbraio nel mio caso “la giornata mondiale del mio ricordo”. Ognuno di noi avrà la sua e le potremmo festeggiare, simbolicamente tra di noi! Buona mattinata, a Reggio Emilia purtroppo di pioggia….Fabiana.

      "Mi piace"

      1. La pioggia rende il nostro sabato un’anonima giornata di fine inverno. Attendiamo con impazienza il sole primaverile. Intanto utilizziamo il ponte di carnevale per andare a sciare! Buon pomeriggio! 🙂

        "Mi piace"

      2. Tutti quanti stiamo sperando nel sole come portatore di allegria e foriero di novità positive. Intanto allora buona sciata? per ponte cosa intendi? Che oggi non siete andati a scuola??

        "Mi piace"

      3. Si, puro e sano snowboard! Per ponte si intende lunedì e martedì, in cui non andremo a scuola. Oggi invece abbiamo dovuto andarci, volevamo perderci due ore di “interessantissima” matematica?!
        Buona serata! 🙂

        "Mi piace"

      4. Ah la matematica, algebra, geometria, le equazioni, i sistemi e compagnia bella! Pensate che mia sorella,in pensione da tanti anni (ha 68 anni, ben 18 più di me…) era un insegnante di fisica e matematica, con doppia laurea. Dapprima si laureò in biologia, poi diede l’abilitazione per poter insegnare matematica e fisica.Insegnò sempre all’istituto di Ragioneria della nostra città, io invece in matematica ero proprio un’asina con le orecchie lunghe!! Quanti pomeriggi trascorsi a casa sua in città, mentre lei mi dava le ripetizioni sulle equazioni ed altro! Poi dormivo da lei, ed il mattino dopo mi accompagnava lei a scuola dato che insegnava nella sede principale di Ragioneria, l’istituto Gasparo Scaruffi, di Reggio Emilia. Io invece ero in una succursale, nel corso “L”. Che belli quei pomeriggi a casa sua, c’era mio cognato all’epoca giovane e forte (quanto mi manca!), c’era suo figlio, cioè mio nipote piccolino, che ha 8 anni in meno di me, quindi lo considero mio fratello,ed io cercavo di districarmi tra ragioneria, computisteria e l’odiata matematica. Ma a 15/16/17/18 anni, secondo voi chi mi accompagnava in città con la famosa Simca 1000? Il mitico e mai dimenticato papà Antonio! Come vorrei prendere la DeLorean e ritornare in quella via dentro quella bella e confortevole casetta. Da mia sorella mi sentivo protetta ed amata, sgridata (poco) solo quando ce n’era veramente bisogno, amavo quella famiglia, così come la amo oggi, lei è la mia seconda mamma ed il povero mio cognato mi ha fatto da papà quando il mio se n’è andato:ma perchè ora non c’è più nemmeno lui? Però c’è mio nipote Giuseppe, l’unico che ho al quale voglio ancora un bene immenso, poi c’è il suo meraviglioso, fantastico figlio Alessandro, al quale mi sto affezionando in maniera spropositata! E lui mi compensa per ora con dei sorrisi languidi a bocca spalancata: è il ritratto spiccicato del suo papà! Oggi devo dirvi che un senso ce l’hanno i bambini ed i giovani come voi, per voi vale sicuramente la pena vivere e rimanervi vicino in silenzio, per ascoltarvi ed imparare ciò che noi non siamo riusciti a mettere in pratica! Buona domenica.

        "Mi piace"

  2. Ricordare è sempre un’arma a doppio taglio… Io, a dare un senso alle cose, non sono mai stata troppo brava: il più delle volte seguo la corrente e, a volte, il senso lo trovo a fine corsa, quando ormai la corrente mi ha portata al mare. Buon week end 🙂

    "Mi piace"

  3. Ricordare può far male, se non si trova il bandolo della matassa.
    A volte il senso delle cose, semplicemente, non esiste.
    Prego Dio, di darci la forza di accettare ciò che non possiamo cambiare.
    Nel frattempo, viviamo con tutta la forza, l’energia e la gioia che possiamo.
    ciao, Fabiana, a presto,
    Grazia

    "Mi piace"

    1. Proviamoci con tenacia, se riusciamo. A volte io vorrei abbandonare il ring dove si svolgono i miei incontri, ma poi la voglia di vincere è forte. In giornate come ieri e oggi, nelle quali pioggia, malinconia e febbre di mia figlia mi accerchiano non ho voglia di nulla. Nemmeno di mangiare e di lavarmi, gioco con lei sperando che le ore passino ed il sole torni. L’accettazione di ciò che non si può cambiare è inevitabile, ma la rassegnazione è ancora più brutta. dopo di essa non c’è più un senso ed uno scopo per continuare l’eterna lotta quotidiana.

      "Mi piace"

  4. ..”Domani è un altro giorno arriverà, domani è un altro giorno arriverà, domani è un altro giorno..” Meraviglioso Vasco! Un abbraccio Fabiana!

    "Mi piace"

    1. E’ un altro dei grandi della musica italiana! Sarà grezzo, non avrà studiato ad Oxford ma le canzoni, che scrive lui stesso, sono meravigliose, poesie sempre attuali che non passeranno mai di moda. Spero che per tutti noi, il domani sia un altro giorno. Un carissimo abbraccio anche a te Bea!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: