I miei desideri più reconditi del lunedì.

Settembre sta per volgere al termine, questo mi immalinconisce non poco. Amo molto il mese di Settembre ma tra due giorni lascerà il osto ad Ottobre e a tutto ciò che di bello e di nuovo ci aspetta.A partire dal cambio dei colori,l’abbassamento delle temperatura,in casa metteremo panni caldi nei nostri letti, accenderemo le stufe, i caminetti ed i riscaldamenti.Cambieremo forse anche i menù che da prettamente veloci ed estivi diverranno più sostanziosi e calorici, un filo più elaborati, adatti al clima autunnale.Inizierà per me la girandola delle zuppe calde, dei minestroni passati di verdura, i risotti allo zafferano, gli arrosti con le patate cotti nel mio forno, gli arcobaleni di legumi cucinati in ogni modo.Per la gioia del nostro palato ma la croce del nostro giro vita. Assisteremo ad un lento ma inesorabile cambiamento, che riguarderà tutto ciò che ci circonda e cambieremo sicuramente anche noi, ci predisporremo ad un letargo invernale. Senza contare che cambierà l’ora legale il 26 Ottobre, per ritornare a quella solare. Dormiremo un’ora in più si suol dire in gergo e per sentito diere, frase fasulla tramandata da generazioni. Non è assolutamente vero, ciò avviene solo la prima notte poi dormiremo le solite ore, sarà il corpo che dovrà adattarsi al mutamento, non è che la giornata si allunghi di un’ora, come invece erroneamente si crede! A scuola si entra nel vivo delle materie, fioccano le verifiche quasi giornaliere, si continuano a sviluppare le attività pomeridiane e tutto muta, i compleanni e le feste di Halloween fanno il loro ingresso, tutto ruota, tutto si rincorre, il mondo cammina e va avanti (poco) e indietro (moltissimo)!

Mia figlia inizierà tra pochi giorni il corso di propedeutica alla musica, per imparare (dice) a suonare il pianoforte. Non sono molto ottimista sul fatto nuovo,pur amando io stessa la musica, non sono certa che ci metterà l’impegno che la musica richiede! Ella, birichina! ha voluto assolutamente abbandonare il nuoto provvisoriamente e a noi genitori non è piaciuto per niente questo cambio di rotta. Tutto può mutare in corso d’opera: adorava il nuoto stava diventando anche discretamente brava,stava facendosi nuove amichette, poi arriva un foglietto a scuola con la pubblicità della Scuola di Musica qua a Canali, si iscrive la sua migliore amica e STOP al nuoto, “ora desidero imparare pianoforte”. Le abbiamo parlato a lungo, spiegandole che la musica come il nuoto non sono giochi, si spendono molti soldi, si prende un posto che potrebbe essere assegnato ad un altro bambino e l’abbiamo invitata a riflettere,assieme a noi. Nei limiti delle possibilità di riflettere con saggezza a nove anni sulle scelta da farsi. Perciò alla fine dei conciliaboli: o Pianoforte o null’altro, ma niente nuoto”. Noi non possiamo certamente fermare il susseguirsi delle stagioni, nulla possiamo contro le calamità naturali,solo accettarle mestamente e con lacrime, non mai pensiamo ai piccoli ma importanti cambiamenti di strada. Quando stiamo per cadere e lo vediamo benissimo che davanti a noi c’è una voragine, dobbiamo necessariamente spostarci da lì,mica possiamo romperci tutte e due le gambe,o i femori o altro! Sono organi che ci servono, sono fondamentali per camminare e proseguire il viaggio. La mia e anche vostra (credo di tutti!) sana o sbagliata ostinazione, è una perversa malattia che ci porta spesso a farci male,pur di non modificare il percorso. Ma noi lo sappiamo bene, oh se lo sappiamo bene! Se andiamo di qua, poi potremmo ritrovarci con il sedere per terra e a rialzarsi son dolori molto amari. Ci dobbiamo adattare, ci dobbiamo modificare e auto plasmare a seconda degli eventi che arrivano davanti a noi. Come quando impastiamo la farina con le uova, l’acqua ed il lievito, la lavoriamo a lungo con le mani ed otteniamo la forma che desideriamo dare all’impasto. Ecco, noi siamo gli ingredienti da lavorare e da plasmare, ci vuole tempo e maniera, poi lievitiamo anche noi, con le forme più disparate. Io Fabiana, mi devo modificare e lo sto facendo con volontà, con desiderio e bisogno del cambiamento, la tenacia che mi arriva non so da dove,è forte e costante. Siamo costretti a virare e a cambiare percorso molto più di quanto crediamo. Noi non siamo statici, abbiamo sì le nostre abitudini,i nostri rituali ancestrali, ma senza accorgercene essi vengono modificati un millimetro alla volta, un centimetro al mese, sino a cambiare radicalmente al 31 gennaio. Non si può fare di tutte le erbe un fascio,ci tengo a precisare che sono solo i miei pensieri intimi ed i miei vissuti quelli che ogni tanto, spesso! vado ad enunciarvi nella vana speranza di avere da voi riscontri e pareri. Stamane i miei desideri che con un’ora di ritardo vado a cercare di realizzare, sono quelli molto semplici. Le pulizie del lunedì mattina, la scaletta scritta sulla lavagna della cucina da rispettare, ma soprattutto…..

…..il desiderio forte di conservare la capacità di giudizio ed il sorriso che da venerdì mi accompagna. Desidero tenere dentro di me la voglia di amare ciò che faccio, desidero tenere dentro il mio corpo il desiderio di rispettarmi e rispettare gli altri. Desidero far l’amore più spesso con mio marito con rinnovato entusiasmo,ritrovando con complicità quei momenti e quegli obiettivi che avevamo in comune nei primi tempi del nostro fidanzamento. Il percorso è già iniziato ma vogliamo continuare a stupirci reciprocamente,a desiderarci follemente come allora,vogliamo conoscerci, sceglierci ogni giorno per non lasciare cadere il desiderio d’amarci. Desideriamo baciarci con ardore e e passione sfrenata, guardarci negli occhi e avere già la risposta, che di solito combacia. Abbiamo voglia di rinnovare con stupore e dolcezza, quell’intimità che solo una coppia forte e desiderosa di proseguire abbracciata stretta stretta il suo cammino può manifestare. Desidero pensare di più a me stessa e a lui, amare me stessa per lui e per noi. Per oggi credo basti, gli intenti non son semplici ma mi riempiono di forza e grinta per realizzarli.

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...