Il desiderio di oggi, forse…

Forse questo mercoledì così uggioso e malinconico, così umido e Padano, così svogliato e assonnato non è venuto a bussare alla mia porta per infastidirmi o arrecarmi struggente melanconia. Non ero ancora abituata alla sua muta ma costante presenza, non avevo riordinato bene la mia dimora per accoglierlo, nemmeno un the caldo gli ho preparato! E forse in uno stato come il suo lo avrebbe gradito, magari condito da limone e zucchero d’amicizia, magari seduti tutti e due sul mio divano come vecchie amiche che si scambiano consigli e ricette nuove. Come tutti i mali, sono sicura che ha bussato alla mia porta non per nuocermi, ma per avvertirmi in tempo. Questo mercoledì otto Ottobre, si è presentato con un abito sgualcito, senza scarpe, senza trucco e senza inganni, scarmigliato nei capelli, si è mostrato a me naturalmente, non vuole né indorare la pillola e nemmeno ingannarmi. Credo si sia vestito in tutta fretta perché mi deve comunicare qualcosa che attendo da tanto tempo. Stamane alle sei e trenta nel buio ancora profondo della mia cucina, tentavo di aprire le imposte senza far rumore, cosa che difficilmente mi riesce, è proprio quando desidero essere felpata e silenziosa che riesco a produrre suoni disturbanti l’altrui sonno, rumori forti e decisi. Stamane no, con mani soffici e leggere da bambina ho aperto la mia finestra, notando che attaccata alla zanzariera nella parte interna, quindi verso di me una farfalla bianca era appoggiata e mi guardava silenziosa e consapevole. Ho cercato di farla uscire, alzando la zanzariera, desideravo se ne andasse a volare altrove, libera e felice. Perché dovevo tenerla intrappolata tra un’inferriata, una zanzariera, due doppi vetri e due imposte? Chi sono io, per tenere con me una farfalla così bella? Però pur indicandole la strada d’uscita, non voleva saperne di uscire fuori, forse voleva rimanere a far colazione con me? Poi a furia di mandarla via con la mano è uscita, ed io ho riabbassato la zanzariera ed ho iniziato i preparativi per la colazione. Le ore son passate e la mia giornata è iniziata, con poca voglia di concludere oggi e molto desiderio invece di chiarirmi con una persona alla quale tengo molto. Io le ho teso una mano, le ho lanciato un piccolo amo d’amicizia sincera: lo raccoglierà? Mentre la salutavo la mia eterna emotività mi ha fatto uscire due lacrime dagli occhi, lei le ha sicuramente viste e credo di avere intravisto anch’io nei suoi occhi un lampo velato. Lo desidero tanto oggi questo bramato chiarimento, sono stanca di situazioni sospese, di parole non dette, desidero alleggerire il cuore e non aver macigni che me lo divorano vivo. Sono vulnerabile io, mi sento debole a volte, colpa degli anni che passano o degli schiaffi che mi sono beccata nella vita? Sono come tutti voi, sono fatta di cotone spesso, sono come lei, che forse forte come desidera apparire non è, ce l’abbiamo un cuore? Usiamolo e non temiamo di apparire ridicoli e vulnerabili, credo che dopo si guarisca e la febbre che divora lo stomaco se ne vada via. Sono come tutti gli esseri umani, sembro una roccia, o una merda dipende da chi mi giudica:sembro stizzosa, polemica, diversa dal mucchio, altera, inavvicinabile, forte, sprezzante e sempre sicura di ciò che dico e ciò che faccio? Ma è veramente così che io appaio agli occhi degli altri o di chi non mi conosce nel mio intimo? Due ore dopo, mentre riordinavo la cucina mi sono accorta che la farfalla bianca era ancora lì, che girava attorno al lampadario felice e veloce. Credo che sia un bel segno, la farfalla porta sempre novità ed è foriera di belle notizie, la farfalla è qualcuno dei nostri cari reincarnati, diceva sempre nonna Ione. Stamattina desidero crederci. Forse.

farfalle-bianche

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...