Non ho gli occhiali porca miseria!

Pomeriggio brutto questo! Sono arrivata come di consueto alle 16 al mio magazzino “Il paese dei balocchi” dove vi è installato il computer decisa e motivata a scrivere un altro articolo. Cerco nella borsa, la rovescio sulla scrivania, frugo in ogni angolino e mi accorgo che ho lasciato in casa gli occhiali da vista! “Sono perduta! “ ho pensato, come faccio a leggere le nuove notizie e a scrivere? Purtroppo la mia vista è calata molto da vicino e abbisogno di quegli orripilanti strumenti per leggere e scrivere. Ma come son ridotta? Sto pensando, mentre strizzando occhi e aggrottando la fronte cerco di mettervi al corrente di questa tremenda situazione! Dovrei tenerne un paio in borsa sempre, uno in ufficio, uno in casa e uno attaccato al collo come si fa con i campanelli colorati delle mucche di montagna! Basta poco per fare andare in crisi l’essere umnao, anche se data l’esigua distanza, potrei andare a prenderli. Ma so che se torno indietro, poi mi sdraio sul letto e al computer non ritorno più. “Poco male”, penserà la stra grande maggioranza di voi, con tutti i blog che ci sono in giro, una cazzata in meno da leggere fa solo bene alla salute! E invece no! Anche senza occhiali scrivo lo stesso, almeno mi sfogo e come viene viene. Il vento che ci perseguita furente da tre giorni ha alterato stati d’animo, fatto venire emicranie e risvegliato le cervicali, tra le quali anche la mia. Resto in tema con gli ormoni padroni quindi, accorgendomi di essere diventata con il tempo anche ventopatica. Un tempo così non era, adoravo il vento ed il suo ululare continuo, mi faceva compagnia, oggi invece mi dà un fastidio infernale! Come si cambia accidenti con gli anni che trascorrono inesorabili! Quello che ieri l’altro mi piaceva fortemente oggi non lo sopporto più e viceversa. Non sono poi mica tanto originale lo so e lo ammetto. Pensandoci bene mi sembra di avere alcuni segnali di un mestruo in arrivo, invece spero proprio che non sia così! Il ginecologo ha dichiarato il mio stato di arresa e le ovaie un anno fa hanno alzato bandiera bianca finalmente. giardinodellacasadiriposo 001Come vorrei essere come questa pianta grassa, che nonostante gli anni e le intemperie continua a fiorire e a regalare agli occhi di chi la può vedere, fiori gialli stupendi! Non produco più uova e questo per la società è un grave disagio! Non essendo più una donna fertile ed in grado di figliare, non contribuisco a far girare l’economia. soprattutto quella nel settore dei bebè & affini. ma io me ne frego e dico a Matteo che ho figliato due anime, con il benestare anche di Papa Francesco che raccomanda di non fare come i conigli. Quindi il mio dovere l’ho già fatto e le uova se devo dire il vero non mi piacciono molto. Ma questo nervosismo di oggi, il seno dolente, male al basso ventre e scontrosità diffusa mi fanno mal pensare: staremo a vederre. Se è mestruo si vedrà, se è solo vento sparirà e se invece nome non ha prima o poi se ne andrà. Siete d’accordo?lavitavaavantiinmusica 001lamiacamminatadel mattino 009

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...