L’appuntamento.

Se penso che alle 18 ho un appuntamento con il mio medico di base mi sento male e mi viene l’orticaria! Per comprendere bene questo stato d’animo occorrerebbe che voi vi rileggeste per benino l’articolo che riguardava proprio il medico condotto di un tempo o medico generico, o medico di famiglia.. o passacarte di oggi. Non sono stata fortunata nemmeno questa volta nel cambio medico, pensando che forse un uomo non avrebbe avuto atteggiamenti di parte e sarebbe forse stato più comprensivo nel seguire una paziente donna. Premetto che è una bravissima persona, serio, età mezzana, gay (ma questo fatto poteva giocare in mio favore)! Non si scompone e non si turba se mi deve visitare quasi nuda, non mi dà fastidio se con lo stetoscopio mi sfiora prudentemente (per lui) il seno, non mi vergogno se cerca noduli e fa una visita accurata. Sono quasi tre anni che io e mio marito siamo seguiti da lui, ci siamo ammalati pochissimo per fortuna, ma recentemente per miei problemi che vanno al di là di una semplice influenza, mi sono accorta che quando parlo guarda spesso l’orologio a muro. Anche oggi ho preparato una lista con le domande da porgli e le medicine per le quali necessitiamo di ricetta. 20160219_090033.jpg

Così faccio prima, vado dritto al sodo e non gli faccio perdere tempo. La sua segretaria, zitella incallita di 56 anni o giù di lì, ex valchiria con una folta massa di capelli che arrivano al sotto sedere, indossa ancora tacchi stratosferici e stivali inguinali, ma è molto particolare ed è visibilmente stanca di tutti quei pazienti che la “importunano” quotidianamente. Spesso hanno l’abitudine di staccare il telefono, o di renderlo occupato cosicché si passa diverso tempo per trovare libero e poter conferire con loro! La segreteria, forse medico ad honorem? Chi può dirlo, va a simpatie ben chiare, passa il medico al telefono solo se lei ritiene che sia cosa veramente importante, altrimenti ci pensa lei a dare le dritte mediche. Suggerisce spesso lei stessa le medicine da assumere, consiglia le terapie più idonee e gli esami da affrontare e dà consigli e pareri anche andando sul personale, non osservando l’etica professionale e la privacy, a mio modesto parere. Non vedo perché devo prima riferire a lei le mie magagne più intime ed attendere da lei il benestare se riferirlo al medico, oppure no! E’ una questione anche di pudore personale e di amor proprio, di vergogna e soprattutto in quel momento si ha bisogno di parlare con il medico. Sono perfettamente a conoscenza che molta gente usa il medico anche per chiedergli come fare nel caso di un banale raffreddore, se deve soffiarsi il naso oppure lasciare che coli…perciò loro devono discernere tra situazioni banali, banalissime o urgenze! E’ molto restia nel passare al telefono il medico, non capisco se gliel’ho suggerito lui o se è lei il medico vero. In poche parole lui come tanti altri medici d’oggigiorno si comporta come un vigile urbano, una specie di spartitraffico che indica dove andare. “Lei dal geriatra, tu dal ginecologo, egli dallo psichiatra, io in casa di cura per schizzati, voi dal dentista, loro scherzano e non hanno bisogno di nulla! E guarda l’orologio..Insomma il dottore di famiglia oggi è divenuto un burocrate che al di là della parola “Coraggio Fabiana, se le faccia scivolare di dosso queste problematiche..”: prenda la pastiglia alle….faccia un clisterino alle….non mangi burro, formaggi, panna, latte per il colesterolo che è un po’ alto, non si attenta ad andare.Tutto qui! E controlla l’orologio a muro perché la segretaria, sempre incazzata con il mondo gli prende un appuntamento ogni 12/15 minuti al massimo. Ma dico io, se una persona ha bisogno di rimanere dentro mezz’ora e ci va quattro volte in un anno, può evitare di farglielo pesare?Ci sono mille modi per rassicurare un paziente e un medico se è veramente in empatia con il proprio assistito come dovrebbe essere, può dirgli qualcosa in più , lo può rassicurare ascoltandolo con attenzione, invece che prescrivere solo una visita specialistica? Ma il ministro Beatrice, non aveva detto di fare tagli per l’appunto chirurgici alla sanità e di fare un po’ più i medici? E scrivono al computer, come faccio io in questo momento, tanti diari scritti di tutti i suoi pazienti, tu parli e lui scrive, mentre guarda che cosa? Ma l’orologio, s’intende! Io se vado da lui l o vedo scrivere, stare zitto, prescrivere e guardare l’ora. Sono io che parlo e mi faccio la diagnosi, ma che cosa ci vado a fare allora? Ho cose molto serie per le quali necessito del suo aiuto, per le cavolate ho imparato con gli anni a curarmi da sola e credo di essere il miglior medico di me stessa! Pretenderei di essere accolta, ascoltata, consolata ed indirizzata con i suoi mezzi e le sue idee, pretendo che mi doni il suo parere e le nozioni per le quali ha studiato senza dover ricorrere ogni volta ad un medico specialista. Che non solo fa attendere mesi prima di riceverti con il SSN, cioè pagando solo il tiket, ma se ci vai privatamente ti succhia il sangue con la tariffa e l’onorario! Così in sol colpo hai fatto anche gli esami del sangue! Come pediatra invece sono stata molto fortunata: è lo stesso di quando Ricky era piccolo, ed accompagnerà Alice Aurora sino ai 14 anni, poi vedremo…Intanto mi guardo intorno se c’è un medico che non ha l’orologio in ambulatorio!

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

5 pensieri riguardo “L’appuntamento.”

  1. Ma allora è un’abitudine! La mia dottoressa riceve esclusivamente su appuntamento (ma poi non rispetta mai gli orari)… peccato che non riesci a prendere l’appuntamento perché staccano il telefono! Così provi a mandarle una mail, ma la segretaria guarda la mail solo a inizio giornata, così se le scrivi alle 14 per un appuntamento nel pomeriggio, ti risponde il giorno dopo… e la sera fino alle 20 c’è solo una volta alla settimana.
    È più facile vincere alla lotteria!

    "Mi piace"

  2. Ciao Fabiana!
    Mi hai fatto sorridere, le tue descrizioni sono davvero simpatiche, ma non mi riferisco certo ai problemi che devi affrontare.
    Per questo ti abbraccio cara e ti auguro una dolce serata.
    L’ex valchiria che direbbe? :))

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: