L’Italia è in patalia!

 

bustino

 

La mia cara ed affettuosa amica virtuale Fausta del salotto “La pagina di Nonnatutta” si chiede giustamente che cosa significa essere in pataglia, o patalia senza la G, o pataja alla francese! Premetto che il termine è molto in voga dalle mie parti ed è noto sino al Parmense. Comprendono benissimo il termine anche nelle zone del Modenese, pur non avendolo sentito spessissimo da loro.Le mie reminescenze scolastiche mi fanno accendere la lampadina sui molti termini dialettali Reggiani, acquisiti dalla lingua Francese e pataja è uno di questi. Partiamo quindi dalla giusta locuzione francese: etre in déshabillé,( non ho l’accento circonflesso, sulla prima E, perdonatemi!) significa essere in vestaglia da camera, quindi non presentabili al pubblico o ai famigliari. Vuol dire essere poco vestiti, con indumenti succinti, essere in abbigliamento comodo cioè in libertà, ma non certo presentabili all’occhio esterno. E’ il netto contrario sempre del termine francese: etre habillé quindi vestiti in maniera consona, presentabili all’esterno della propria camera da letto. ESSEREINDESHABILLEDESHABILLEVa da sè che il termine è oramai desueto e si usava nei secoli scorsi, ma la traduzione è ancora molto comprensibile e ricordo bene che il povero mio cognato, usava molto questo termine francese, invitando la sottoscritta e la mogliera (mia sorella) a non girare in déshabillé per casa, ma chiedendoci di non rimanere in pataglia, cioè di andare a vestirci adeguatamente. Discendeva lui stesso da una famiglia di nobili ed era avvezzo ad usare termini consoni al rango. Perse il titolo di Marchese per un pelino di burocrazia, e questo gli scocciava molto! reggiseno-1

 

La nonna materna Marchesa ebbe una figlia femmina, cioè la mamma di Gian Paolo, che non portò avanti il titolo in quanto femmina e non maschio! Perciò il titolo non andò a mio cognato  che irritato ne parlò per anni ed anni, no ndigerendo per niente il fatto! La faccenda non sarebbe successa in Inghilterra o in altri Regni: la regina Elisabetta femmina anche se solo in apparenza, vediamo che regna da secoli oramai!  Ella o egli è donna solo come facciata, perchè per tutto il resto, sotto quegli sfarzosi manti d’ermellino (poverino! poverino! l’ermellino!) possiede quattro attributi maschili ben forgiati!Ma non perdiamoci in gossip da settimanale “CHI”!  incoronaziione della regina

Elisabetta è salita al trono alla morte di suo padre, Re Giorgio VI, il 6 febbraio 1952. L’incoronazione avvenne più di un anno dopo la salita al trono, il 2 giugno 1953, in rispetto della tradizione che richiede un periodo di lutto in ricordo del precedente Re. Tornando al nostro essere in patalia, la parola viene adoperata anche in un gioco di carte molto caro soprattutto ai bambini, tra i quali la sottoscritta che ci giocava ore ed ore con mamma Bianca, durante il lungo periodo di degenza ospedaliera nell’anno 1970.Conosciuto come straccia camicia è diffuso in Italia attraverso un mazzo da 40 carte divise in 4 semi (coppe, denari, bastoni, spade) di 10 carte ciascuno, si gioca in 2 o più persone, anche in numero dispari. È noto anche coi nomi di tras in camisa (in lingua lombarda), restà ‘n camisa (nella lingua bergamasca),brüsœ camisa (in Bresciano) cavacamixa (in lingua veneta), pataja (in dialetto reggiano) e uno, due e tre. Non significa solo straccia camicia ma anche togliti la camicia. In Calabria è noto come Scippa còre o Crepa còre, rispettivamente ‘che rapisce’ e ‘che uccide’ il cuore (dell’avversario).ESSEREINMUTANDEPossiamo applicare il termine anche a colui/colei che ha perso quasi tutto al gioco, rimanendo in pataja o in mutande che è ancora peggio! Spero cara Fausta di averti risposto in modo esaustivo e completo e resto a disposizione per altre simpatiche traduzione di termini Reggiani a te e a tutti Voi sconosciuti. Credo che il termine essere in pataglia ben s’addica alla situazione economica, morale, religiosa, etica, sessuale, storica, culinaria, igienica, amorosa, religiosa e clandestina di quasi tutti gli  Italiani dal 2008 ad oggi. C’è un esercito di persone che girano in pataglia, il guardinfantefatto strano è che nessuno provvede a coprirli in modo degno!corsetto06mutandandone-donna-medio-dav

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...