Stipendiate o mazziate?

La riflessione odierna mi porta a soffermarmi e a riflettere sulla figura, da
sempre poco valorizzata e riconosciuta come fondamentale, della
casalinga. E’ molto importante porre l’accento sulle molteplici
professioni, che sono racchiuse in una sola parola, oramai logora ed
obsoleta. Non possiamo banalizzare o deprezzare questa figura
femminile e nemmeno permettere, che la poliedrica e rutilante società
odierna, composta anche da donne nervosamente “carrierizzate”,
possa ridicolizzarne o sminuirne, i ruoli molteplici che la casalinga
ricopre. Mi sovviene come prima ed importantissima mansione quella di
Puericultrice, operatore sanitario ed educativo, figura riconosciuta
dal Ministero della Salute. Ogni donna che sia anche mamma, svolge questo
delicato incarico, dal momento del concepimento del bimbo sino a
quando il figlio adulto lascerà il nido di casa. La mamma/casalinga,
lo allatta se è in grado di farlo, successivamente gli prepara i
pasti facendo molta attenzione alle varie fasi dello svezzamento, lo
lava, lo veste, lo accudisce quando è ammalato passando diverse
notti in bianco se il bimbo ha febbre o altro. Si occupa dello
sviluppo ludico e motorio del bambino, si preoccupa di farlo crescere
in un ambiente sereno ed allegro, collaborando con il pediatra o con
la figura dello psicologo, se si accorge che il bambino ha dei
disagi. Quando questi inizierà la scuola elementare, è sempre la
casalinga/mamma che lo accompagna, lo va a riprendere, tiene i
contatti con le maestre e gli altri genitori, si confronta con il
rappresentante di classe a volte accettando a volte anche questo delicato
incarico. Lo assisterà nei compiti pomeridiani, organizzerà le
feste di compleanno e, poi diventerà in seguito una mamma/autista.
Nel mondo chiamiamolo “modernizzato”, nascono ogni giorno
attività nuove per bambini, di ogni tipologia da svolgersi nei
pomeriggi prima o dopo i compiti assegnati. E’ sempre la mamma che
accompagna ed aspetta il figliolo, a volte facendo a turno con altre
mamme/autiste per caricare in automobile, più bambini. Vorrei
precisare, che tutto questo immane lavoro riguardante la crescita
serena di un figlio, viene svolto da una sola persona, che non può
permettersi l’aiuto di babysitter, che non ha nonni in vita o nonni
sani in salute, oppure nonni o altri parenti, disponibili a prendersi
tali faticosi impegni. Accade talvolta e non è più così
infrequente, che i genitori non possano più permettersi nemmeno di
pagare una retta (assai salata) per scuole materne o accompagnare il
bambino in casa della nuova figura della TAGESMUTTER, dove sarà
accudito a pagamento. Peccato che questo ruolo non venga riconosciuto
come impiego vero e proprio, al pari di un’impiegata o di un
insegnante, con stipendio equo, ferie, la tredicesima, le
sostituzioni per malattia e via discorrendo…. Proseguo e affermo
che la casalinga, che d’ora in poi chiamerò Dirigente di Famiglia,
svolge altri ruoli fondamentali per il buon andamento dell’economia
domestica e per permettere al marito di svolgere impieghi o mansioni,
che lo vedono costretto ad assentarsi dalla dimora per tutta la
giornata. Queste donne e sono tantissime, svolgono altri incarichi
altrettanto importanti all’interno della dimora e della famiglia.
Sono in grado di accudire gli anziani, facendo loro da infermiere e
badanti, sanno tenere la contabilità della casa, spendendo e
gestendo i loro risparmi con oculatezza facendo quadrare “la cassa”
al pari di un ragioniere. Sono cuoche, pur non avendo frequentato la
scuola, sono efficienti cameriere, lavandaie, stiratrici, organizzano
la giornata a tutti i componenti della famiglia, stando attente a far
coincidere i milioni di necessità quotidiane, che ognuno di loro
presenta. Se nasce un problema all’interno del nucleo elargiscono,
gratuitamente consigli e opinioni, diventando alla bisogna, anche
psicologhe. Temo sempre di sforare lo spazio a disposizione, con la
lunghezza delle mie osservazioni, ma mi arrivano dal cuore. Chiedo
pareri e costruttività nel riconoscere, ciò che una singola
persona, da decenni, può fare per l’ andamento proficuo di una
famiglia qualsiasi.

Come sempre gradirei pareri ed opinioni, spero che a Papa Francesco arrivino queste parole per avere anche da Lui un’opinione! ….visto che dai comuni mortali, faticano ad arrivarmi parole e confronti che sarebbero non solo molto graditi ma utili a tutti noi! Buona cena a tutti. Firmato: La Dirigente di Famiglia.

Annunci

17 commenti

    • Avevi letto giusto Rosa. E’ lo stipendio calcolato da studiosi economisti americani sulla base degli incarichi mensili che svolgiamo. Non lo facciamo per soldi ne possiamo ampiamente parlare. Per quali altri gloriosi motivi lo dovremmo fare? Tu come la vedi?

      Mi piace

  1. Chi vuole negare che la Dirigente di famiglia sia utile e indispensabile, dice una castroneria. Però lo stato, con la esse minuscola, pare si sia dimenticato di loro. Anzi non le prende nemmeno in considerazione.
    Sereno pomeriggio

    Mi piace

  2. se si arrivasse a retribuire in tutto il mondo o quasi questo lavoro (lavori) per quel che vale economicamente e non solo, andrebbe in fallimento l’intera economia mondiale, come pure se le donne, tutte le donne, smettessero di punto di lavorare gratis, sarebbe forse questa la tanto attesa fine del mondo.

    Mi piace

    • Commento molto forte e sensato. Non si tratta solo di soldi in quanto tali. Dietro al lavoro di queste donne ci gira attorno una fetta di economia e di molteplici impieghi e mansioni che se di punto in bianco venissero a mancare le nostre ministre vedrai che si mettono il grembiule anche loro!

      Mi piace

      • Parole sante. Pensa (o forse lo sai) che studi appositi l’anno accertato che l’intera economia mondiale si regge sul lavoro non retribuito delle donne

        Mi piace

      • Si’Io ne sono al corrente, ma non tutti forse lo sanno ed in molti danno per scontato questo indotto di soldi inesistenti che se non vanno i ntasca alle Dirigenti di Famiglia non si sa che strada prendano. O meglio lo sappiamo bene e dovremmo proclamare la giornata MONDIALE di sciopero della Dirigente di Famiglia. Stiamo un giorno senza fare un emerito cavolo di niente, poi si sta a vedere come reagiscono i parlamentari e gli altri. Donen carrierizzate comprese. Includo tutte nel dire dirigenti di famiglie: nonne, sorelle, mamme, zie colf non retribuite, amiche, tutte coloro che svolgono un qualsiasi ruolo all’interno di una famiglia che coinvolga professioni esterne che vadano al di là del semplice lavare un water e preparare un pranzo.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...