Ataviche vergogne.

Sono quasi tutte molto piu  grandi di me le mie compagne di piscina. Non mi piace più  dire “vecchie” termine oramai desueto, non mi piace dire “anziani” termine più  elegante ma che sta ad indicare sempre qualcuno di vecchio. Direi che dentro all’acqua portano come me i loro guai di salute. Diligentemente anche se alcune fanno molta fatica, svolgono i loro esercizi sino alla fine dei 50 che a volte si rivelano interminabili. Ma è  nello spogliatoio che un senso d’inadeguatezza e di pudore s’impossessa di me, nel vedere i loro corpi nudi, trasformati dal tempo. Provo vergogna anche nel mostrarmi io stessa nuda, cerco sempre di girarmi e di voltare loro la schiena e le spalle. Gli insegnamenti di mia madre in questi tipi di comportamenti atavici e reiterati nel tempi hanno scavato un solco profondo. Loro età  media 75/85 anni non ci fanno una piega. Si tolgono il costume intero bagnato con movimenti agili, mostrandosi senza vergogne stupide. Fanno la loro rigenerante doccia, s’incremano il corpo seguendo i rotoli e le curve che il
Tempo ha formato. Io a volte butto l’0cchio per vedere come sarò  tra qualche anno. Poi mi giro e compio acrobazie per rivestirmi e non mostrare le mie povere nudità  e a volte vado in bagno x non essere guardata. Che per me è  diverso essere guardata dall’essere “vista”. Direi che la battaglia del tempo che scorre impietoso in questo caso l’hanno vinta loro, io sono rimasta al palo di quando mia madre faceva senz’altro l’amore al buio con mio padre e forse, anche mezza vestita.
Credevo di essermi emancipata e di aver vinto queste sterili ritrosie nei confronti del nudo femminile più  grande del mio, ne ho ancora molta vergogna e non mi trovo a mio agio. Mi vedo ora e anche se i difetti forse sono più leggeri rispetto ai loro penso che aumenteranno e per la legge di gravità, parecchie cose tenderanno a cadere verso il basso. La mia stima ed i miei complimenti stamattina vanno alle mie spavalde e moderne compagne di piscina. In questo caso sono loro molto più avanti e sportive di me. Buon sabato mattina a tutte specialmente a chi giovanissima non è  più.

Annunci

24 comments

    • Ciao Silvia veramente volevo far arrivare il mio pensiero non sulle modifiche inevitabili del corpo, ma sulla mia vergogna nel condividere uno spazio ristretto come uno spogliatoio con altri corpi nudi. È un mio limite forse questo senso di pudore e di vergogna attaccato dai miei genitori. Cito come es. Che quando ero piccola in casa mia era se veramente vietato girare x casa non vestiti. Mi risulta che oggi certi genitori anche padri, girino tranquillamente nudi x casa davanti ai figli. O addirittura facciano la doccia insieme alle figlie femmine. Non c’è più il confine tra il senso del pudore e quello che può essere un comportamento corretto.

      Mi piace

  1. Credo che stare bene con se stessi accettarsi sia così importante che non ci fai caso a essere nuda davanti a altre donne. Ci sono donne spavalde e donne come te e in parte come me, che si vergognano, più che altro tengono uno strano senso del pudore. Ma ho notato che sono periodi della vita, forse la confidenza con gli altri fa scattare quella molla del star bene anche nuda… comunque parla una donna che non sa più cosa sia la privacy quando va in bagno…

    Mi piace

    • Questo non è bello. Se manca la privacy anche in bagno occorre chiudersi dentro a chiave. Io con mia figlia finché era piccolina riuscivo a fare le mie cose con lei i bagno con me, ora che ha 11 anni non riesco più. È quella questione di vergogna e di tenere distanze corrette anche se è mia figlia, femmina come me. Figurati quando avevo Riccardo in casa!!

      Liked by 1 persona

      • Eh lo so cara… purtroppo lei è piccolina e molto legata a me. Ora è tanto che riesco a farmi la doccia sola (alle volte). Quando aveva quasi un anno e dovevamo uscire posizionavo il seggiolone in bagno e nel frattempo le cantavo le canzoni-

        Mi piace

      • Anche Alice Aurora l ofaceva e finchè sono piccolini è normale. Ora è più mia figlia a non volere mostrarsi nelle sue nudità. Mi sembre corretto senza essere dei bacchettoni, anche loro desiderano la loro sacrosanta intimità. Quando crescerà anche la tua sarà diverso, per ora bisogna accettare di fare pipì e popò con loro di solito avvinghiati alle ginocchia. Buon lunedi cara Samanta!

        Liked by 1 persona

  2. Auguri alla tua mamma 93enne. Per il resto che hai detto ricorda che siamo padroni solo dell’oggi, dell’adesso, perché riguardo al passato non possiamo più cambiare nulla e del futuro non sappiamo niente…. quindi soffermiamoci solo sul presente…ciao fede

    Mi piace

  3. Quando si è anziani – uso il termine elegante – si perdono timori e vergogne, che invece si hanno quando si è più giovani di loro, seppure di non molto.
    Se non ti va di mostrarti nuda, fai come stai facendo. Sicuramente ti sentirai meglio.
    Serena notte.

    Mi piace

    • Sono molto naturali nel loro essere donne, non hanno perso il senso del pudore ma in un contesto tutto femminile e di “cameratismo” non hanno bisogno di nascondere nulla. Beate loro! Alle 9.30 a proposito vado in piscina!! Buon lunedì Gabriella.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...