Mettiti la canottiera.

Chiamata anche maglietta della salute, o salva influenza è un indumento che sentiamo spesso nominare da genitori e nonni. È da quando sono piccina che mia mamma, appena fatto il bagno me la infilava con forza e vigore, assicurandosi che rimanesse ben attaccata alla mia pelle. Si pensava e lo si pensa ancor oggi, che la canottiera, di lana o cotone,  a seconda della stagione, possa evitare un malanno. Quelle di un tempo erano di lana color bianco giallino, prudevano a contatto con la pelle e se si sbagliava il lavaggio poi andavano bene solo alle bambole! C’erano con le spalline sottili, il modello da muratore in cassa integrazione. Poi quelle a spalline più larghe per uomini corpulenti, ed infine quelle a mezza manica che in realtà la manica arrivava sino al gomito! Mia mamma naturalmente me le infilava tutte e tre temendo per la mia salute, facendomi sudare invece  più non posso! Un po’ come coprire i bambini ammalati con strati su strati di panni di lana, quando con la febbre devono stare il più scoperti possibile. Era un tormento e mi risuona ancora nelle orecchie la frase fatidica”Fabiana ti sei messa la canottiera?”. La faccenda andò avanti x secoli sino a che un bel giorno decisi che non l’avrei più indossata. Freddo, neve, ghiaccio o tempesta ho trascorso decenni senza canottiere, anche se le attuali sono molto carine e pizzose! Non era più di moda indossarla e sotto alle maglie intravedere quei cm di pelle nuda faceva molto trendy!! Oggi con i miei disturbi di schiena e  cervicale ho dovuto per forza di cose ricominciare ad indossarle. Estate a parte, e x dovere di post vi ricordo che i genitori e nonna Ione le indossavano anche in piena estate. Assorbivano il sudore dicevano, impedendo al loro corpo di ammalarsi. Ma le estati erano furenti e i 40 gradi erano all’ordine del giorno: 40 fuori e 4o sotto fa 80! Come facevano a non svenire secchi questo ancora non lo so! Mio papà che allora andava anche in motorino ed ancor prima aveva un “galletto” metteva anche un quotidiano sul petto,  tra la canottiera e la camicia! Non di sinistra però. ….Mi è rimasto addosso l’incubo e con i miei figli ogni volta che escono faccio loro la fatidica domanda. Le mie di oggigiorno sono comunque uno sfarfallio di colori e di allegria che quasi quasi vien voglia di tenerle anche in estate… 

Annunci

7 comments

  1. Canottiera? Messa all’inizio, più o meno come hai evocato tu. Però non appeno ho avuto un briciolo di autonomia, diciamo all’incirca sette o otto anni, la canottiera è diventata lo straccio per la polvere. Da allora d’estate niente. Nel periodo invernale una maglietta leggera di cotone a mezze maniche. La lana mi ha dato sempre un senso di allergia – immaginaria – Quindi solo cotone a contatto con la pelle, calze comprese.
    Nonostante tutto ho goduto sempre ottima salute – per fortuna 😀

    Mi piace

  2. Da piccola le mettevo, anzi me la mettevano la canottiera…poi tutto nudo, da cinque anni a questa parte insosso di nuovo “la maglia della salute”, ma in barba a quelle di una volta è una gioia portarle, tessuti, colori, meletti….uno sfoggiare divino!
    E la salute, va detto, alla mia età ci guadagna 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...