Chat su whats app: il flagello dell’umanità.

Mi offre lo spunto per questo articolo radio Capital, che ascolto con piacere mentre guido. Stamane mentre andavo ai colloqui con i Prof. di mia figlia, sento che un giornalista ed uno psicologo, ( categoria da me molto amata…ndr) stanno proprio parlando delle malefiche chat di gruppo. Un altro regalo di whats app, che ci fu donato a sua volta dalla tecnologia degli smartphone. Che ci sono stati tramandati di cellulare in cellulare, da quei furboni di Samsung, Wuawei, LG, IPhone e compagnia bella…e che ce li dovremo tenere appiccicati nei secoli dei secoli, amen. Hanno inventato un altra maniera piu’  “moderna e veloce” di FB.,  Twitter, Instaura…  per condividere in diretta se hai fatto la cacca dura o un poco più liquida, quante volte hai rimesso e quante linee di febbre hai. Il modo c’è se vuoi farlo sapere a 50 o 500 persone,  in un nano secondo. Questa modalità di conversazione è altamente deleterea per i cervelli e x le menti, sia di adulti, che di ragazzi, che di anziani, che credono in questo modo di tornare ragazzi. 

Noto con sommo dispiacere, che sono più che altro i genitori che x ad ogni foglia che si muove, viene costruita LA CHAT AD HOC. Per compleanni,  riunione di classe, gruppo della danza, gruppo del catechismo, pallavolo, nuoto, corso di cucina, incontri dal ginecologo, consigli x gli acquisti, chat per la cena del diploma del milleottocento e fischia…..Non se ne può più ragazzi!  VOGLIONO, DEVONO, BRAMANO E CREANO LA MALEFICA Chat di gruppo“. E tu, nonostante non voglia entrare nel GIRONE DANTESCO, ti ci ritrovi dentro e non sai come uscirne fuori. Perché tu non sei l’amministratore della Chat, perché se tu vuoi, lo puoi abbandonare il gruppo, ma ne paghi le conseguenze. Ed in modo salato assai.  Vieni considerata una mummia da Museo delle cere, una mamma che se frega di come vanno 28 ragazzini in classe con la tua, una mamma che non partecipa alla vita sociale di 28 bambini  e relativi 56 genitori, con i relativi 56 + 28 problemi, da condividere con chi come me,  non ne vuole sapere mezza. Se poi sei dentro alla chat della squadra di pallavolo o nuoto, ti ritrovi con 250 genitori perche’ ci sono gli under 11, 12, 13, 14 ecc….gli allenatori, i vice allenatori, i coach,i motivatori atletici, il medico della società, il presidente   (è lui che ha creato la , che Dio lo benedica…)….Insomma se voglio parlare con 1 solo genitore alla volta,  posso farlo, senza che il mondo intero mi legga e mi ascolti? Posso tornare al vecchio e mai dimenticato SMS? Posso usare la mia voce e chiamarti se ho bisogno, senza che tutti gli altri lo sappiano in diretta?  Concludo dicendovi che x un compleanno di compagno di classe di Aliceaurora, nella chat del compleanno di D.F., un amico non era stato invitato e naturalmente si è saputo subito in chat….apriti o cielo,! Credo che i genitori del festeggiato e del non invitato, non si parlino più.  Aspetto come sempre Vs stimolanti pareri e anche x oggi benediciamo “SANTA CHAT DI GRUPPO”!

Annunci

8 comments

  1. Quanto era bello scrivere i biglietti per invitare gli amici al compleanno? Sperando che fosse bel tempo altrimenti in casa le mamme impazzivano per le urla e il timore che si rompesse qualcosa…..
    Ma era la gioia della semplicità dello stare insieme, ora i compleanni sono più organizzati e metodici della notte degli Oscar!
    Io sono in una sola che di gruppo attiva, quelle della classe di mio nipote, non posso lamentarmi perché sono tutte persone che limitano i messaggi alle informazioni scolastiche, sarà fortuna 😉

    Mi piace

  2. premesso che Whatapps e similia li carichiamo di nostra iniziativa sul telefono e nessuno ce lo impone. Premesso che le chat di gruppo sono una pessima invenzione. Premesso che sembra che nessuno viva più senza questi strumenti. Devo dire che basta non dare spago a simili idiozie e il gioco è fatto. però il narcisismo della gente, il non voler sembrare i minorati del paesello, in non poter gareggiare con gli altri per chi è più scemo trasformano strumenti che, usati bene, possono essere utili, in qualcosa che non serve a nulla.

    Liked by 1 persona

  3. Buon sabato e domenica Fabiana,
    con immenso piacere ho letto sul Carlino di ieri questa tua lettera che condivido.
    Io per ora non ho ancora facebook e whats’app.
    Saluti.
    Renza

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...