Il mistero delle pulizie di Pasqua. 

Ogni anno e’ la stessa storia: lo stesso copione si ripete, la stessa commedia viene messa in scena, gli stessi gesti forzati vengono compiuti. Ci ho studiato a lungo, ho provato a capire da sola, ne ho discusso animatamente con amiche, suocera  e colleghe, ma non c’è stato nulla da fare! Ai primi giorni di sole tiepido e giornaliero,  le brave “dirigenti di famiglia” e pure “quelle di banca” o chi per loro ne fa le veci, iniziano la danza sfrenata delle mitiche “pulizie di Pasqua”. È una cosa che ha del prodigioso, ma anche dell’inverosimile! Mi domando ancora perché vengono concentrate in un “tour de force” che dura circa un mese, tutte le incombenze casalinghe che in genere si potrebbero fare un po’ per giorno, in ogni mese dell’anno. Tralasciamo x un attimo, il noto ed ambito “cambio degli armadi”, termine obsoleto ed errato che si usa per diffondere la notizia, che abbiamo riposto ed imbustato x bene,  la biancheria invernale per far posto a quella per la primavera/estate. È utile ricordare a chi ci legge, che se cambiamo armadio ogni anno, le pulizie pasquali ci costerebbero di certo una fortuna! Tutto il resto a mio modesto avviso, si può diluire poco alla volta, lavando magari i vetri a febbraio, pulendo i tappeti in maggio, lucidando l’argenteria ad Ottobre e via discorrendi. Ritengo che sia assurdo e molto faticoso concentrare le pulizie più profonde e seriali, tutte nel periodo che precede la Santa Pasqua. Così facendo, non solo si arriva stanchissimi alla triade più importante dell’anno nel mondo Cristiano, ma ci si illude che sino all’autunno la ns. dimora non si sporchi più e rimanga in ordine come la casa del mulino bianco, in quella nota pubblicità. Amici ed amiche che mi leggerete, la mia esperienza da “Dirigente di Famiglia di I Livello” ora, e da ex “Dirigente di Banca” negli anni passati, mi ha portato ad una semplice quanto mai efficace conclusione. Pulizie profonde o di routine che dir si voglia tutto l’ anno, un po’ per settimana con calma e criterio. Senza farci prendere dalla nevrosi tipicamente femminile del : tutto e subito”. E per quanto concerne il cambio degli armadi..beh solamente quando l’armadio non sta più su da solo e cade a pezzi! Ne approfitto x augurare ai lettori e a tutta la Redazione del Resto del Carlino e agli amici del mio blog, una serena e gioiosa Pasqua. Magari andando a tavola apparecchiata, senza dover per forza di cose estrarre dalla credenza antica il servizio buono?  che si usa per l’appunto…solo a Pasqua e a Natale! 

Fabiana Schianchi


Annunci

10 Comments

      1. Perché non riesci a fare l’aggancio con Link e foto. Anche io anni fa mi sbagliavo ma poi ho imparato! Peccato che quando ho imparato ora non ho più tempo quasi di scrivere articoli! Figuriamoci x le già che peraltro amo da impazzire!!

        Mi piace

      2. Rosa di maggio scusami ma sono impegnata a preparare in grosso mercato del vintage…non ho tempo nemmeno di respirare..chiedi a qualche altro amico/a del blog. Perdonami😗

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...