L’ipocrisia umana non ha limiti.

Sono fresca di sepoltura del mio quarto famigliare stretto.  Domenica 5/5 abbiamo sepolto mia suocera Luigina, anni 87 e ancora una volta la “sceneggiata” ha avuto luogo. Scrivo da diversi anni, amo l’espressione del pensiero in tutte le sue forme. Scrivo non solo su questa piattaforma, ma anche su riviste e quotidiani locali. Diverse altre volte ho trattato l’argomento “decessi & funerali ” e relativi comportamenti dei superstiti. Da che ho memoria, cioe’ da quando i miei genitori mi obbligavano ad andare sulle tombe dei nonni il 2 Novembre, gli ingredienti e gli atteggiamenti dei partecipanti sono i medesimi

Andiamo con ordine e partiamo da quei  parenti  (serpenti diceva il mio povero papà…), che si fanno vivi solo ed esclusivamente in occasione dei funerali e dei matrimoni. Quest’ultimi celebrati sempre in numero minore, dato l’altissimo costo della vita e la propensione alla convivenza o alla scelta ancor più comoda, di restare in casa con mamma’. Mi sono ritrovata a baciare e ad abbracciare  calorosamente, (cosa x me molto fastidiosa se fatta con sconosciuti) persone mai viste o viste solo ad un matrimonio circa 15 anni fa e poi mai più. Passiamo ai di lor commenti che fioccavano numerosi, di diversa natura, e con paroline beh non tutte compiacenti! .Poi la frase di rito” ma quanto era brava e buona la defunta,che  3 figli maschi meravigliosi che ha avuto, ma che belle  nuore ( e qui si apre un mondo..) le 3 nipoti femmine. Peraltro tutte mancanti perché tutte e 3 in gita scolastica!  Le occhiate non certo benevole su come l’avevano conciata i necrofori: vi assicuro che era piu’ decorosa e piu’ Luisa appena morta che dopo la vestizione ed il trucco! Posso dire che più che in una camera ardente, eravamo ad un ritrovo ciarliero in un bar di periferia  con tanto di risate e battute da parte di parenti, amici, condomini, passanti…che dopo i baci di rito e le solite trite e ritrite frasi, non vedevano l’ora di andarsene a casa. Arrivo agli altissimi costi di un funerale tradizionale con tanto di acquisto del loculo, cassa in noce chiara ( neanche tra le più costose…) i cuscinetti dei fiori, immancabili! e marciti dopo poche ore al cimitero dato che pioveva che Dio la mandava! I ricordini con la foto? Beh quelli non possono mancare! L’avviso nella via? Beh con 100 € te lo attaccano divinamente! La foto che va nei ricordini, sulla cornice del tavolino, sulla lapide, non può non esserci, ma ci voleva un ritocco perché si vedeva la testina di mia figlia. E allora con altri euro sia fatto il fotoritocco! Non elenco il resto….anzi! Perché no: la mancia al frate che ha detto la messa, il rinfresco offerto dopo la sepoltura, il pranzo ai fratelli, cognate e vedovo….ed altre sciocchezze puramente inutili. Insomma, non vogliatemene ma ho assistito ad un’altra messa in scena in piena regola. Ma queste erano le sue volontà e sono state rispettate, con la famosa frase a conclusione di tutto “non fiori ma opere di bene all’Hospice Madonna dell’ Uliveto di Montericco a Reggio Emilia. L’unica cosa valida e giusta, che ha la mia piena condivisione, se mai può servire a qualcuno il mio parere. Ancora una volta sono felice che la mia famiglia , me compresa abbiamo optato secoli fa x la cremazione. Casse rigorosamente chiuse, cosi evitiamo le frasi” com’e’ bella! Sembra che dorma! Niente fiori o ricordini, cassa ecologica di cartone ( tanto va bruciata!), niente abito della festa con quel che costano i miei, tutti firmati! Un lenzuolo bianco vintage a mo’ di sudario e buonanotte ai suonatori.Dato che sono ancora credente, anche se la mia fede vacilla parecchio ultimamente, vorrei che chi rimane dopo di me,  mi ricordasse ai giorni nostri perché anche se tra poco compio 53 anni…credo di essere ancora passabile! E chi s’è visto, s’è visto. 

Annunci

2 commenti

  1. Hai assolutamente ragione, si vedono scene disgustose, i funerali vengono presi come luoghi di ritrovo per incontrarsi e festeggiare…..una vera vergogna!

    Rispondo da qui perchè WordPress non mi fa entrare…..

    ________________________________

    Mi piace

    • È uno schifo! Così come il 2 novembre ci si ritrova x sfoggiare abito, pettinatura fresca di parrucchiera, nuova auto ed accordarsi x piazzata. Si fa di tutto ed in fretta, x poi andarsene sempre a pranzo fuori.ma dei ns cari….chissene frega! Ribadisco ancora il mio pensiero: molto meglio e dignitoso essere cremata. Poi se penso x che trovare un posto libero abbiamo trovato il posto solo in un paese vicino a lei, perché ben 3 cimiteri erano satolli di defunti. Liberiamo un po’ di posto, ne guadagna anche l’igiene. Ma ci pensi che il ns sottosuolo straripa di tombe e di morti?? Sono allibita e nel 1997 meno male che presi la decisione di farmi cremare

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...