Lei c’è ancora. 

Sono a 20 minuti di auto da mia mamma, stamattina sono andata a trovarla. Troppo presto mi dice mio marito! Rischi di stare male ancora e di far riemergere tutto il passato…ma io secondo voi do retta a qualcuno? Raramente e solo se ci sono costretta  x motivi di salute. L’ho trovata in giardino vicino agli altri. Un domani ci sarò anch’io in sedia a rotelle, in una casa di riposo a 94 anni? Com’è strana la vita..È una  cosa insolita x lei stare fuori all’aperto:  dice che ha paura di prendere un colpo d’aria e dovesse tornarle anche solo una bronchite, le virerebbe in polmonite ed allora sì che sarebbero guai seri! Invece non c’era un filo d’aria e lei, diversamente dalla settimana scorsa, sorrideva! La segretaria e fac totum “Santa Claudia” le aveva fatto la messa in piega, indossava il suo twin set celeste, un 2 pezzi vintage che ha più di mezzo secolo, insomma era abbastanza in ordine! 

 Le ho voluto portare il mio libro dal titolo ” le fantastiche avventure narrate da Gattolona Pasticciona”. Vi ricordate la favola che ho scritto nel 2009 x quel grave disagio psicologico, causato involontariamente a mia figlia? Ebbene me ne sono rimaste alcune copie dopo averne donate 1000 ad una ONLUS che si occupa di bambini ammalati di tumori e malattie genetiche rare. Gliel’ho portata perché contiene i disegni che lei mi ha fatto con pazienza e precisione, quando nel 1970 ebbi un tifo preso da chissà quale accidente! Visto che stetti parecchio tempo in ospedale e volevo solo lei vicino a me, cioè la mamma, Bianca ricopiava i disegni delle favole che mi leggeva e alcuni di questi sono finiti nella fiaba. Ho inserito anche altri disegni del mio amato figlio Riccardo, stile esattamente all’opposto di quelli molto dolci e fiabeschi di mia mamma. Era molto stupita di essere stata lei a disegnare quegli antichi cimeli, che hanno x me un valore affettivo inestimabile! Alcuni non ricordava di averli eseguiti, altri me li spiegava lei x filo e x segno, ancora lucida e presente.

Poi ha voluto che le andassi a prendere i gelati, ne mangerà uno ogni pomeriggio x merenda, ho chiesto  il burro cacao perché ha sempre le labbra screpolate. Le ho lasciato anche un po’ di euro nel suo minuscolo borsellino. Una specie di paghetta che le lasciamo sempre x comprare il cappuccino nelle macchinette della casa di riposo o le patatine. Lo sapete vero che da anziani si ritorna bambini? A partire dalle sponde nel letto x non cadere, si indossa ancora il pannolone, si fanno i capricci, mangia poco e solo cibi morbidi e tritati perché non ha più tutti i suoi Denti! Vogliono  i soldini, che peraltro sono suoi,  x comprarsi le sciocchezzuole e x sentirsi ancora indipendenti! Mi sento ignuda, un verme di 53 anni che da’ alla sua mamma 20 € x le piccolissime spese, mentre lei a me da ragazzina x darmi 100 lire x un bicchiere di chinotto in estate, doveva scendere Gesu’ Cristo x darmeli! E’ legata in vita con una  cintura morbida x impedirle di cadere come se mettessimo un bimbo nel girello, solo che lei non può muoversi più liberamente e questo la irrita parecchio. Però è ancora viva, io sono tormentata dai ricordi e dal legame simbiotico che avevo con lei, la mia carcerieria. Pero’ fortunatamente emergono anche i momenti belli con lei, ad esempio quando mi faceva gli abiti da sera partendo da un disegno visto su di una rivista. Lei che non aveva terminato nemmeno la II ELEMENTARE e che aveva un senso x gli affari eccezionale! 
Non butto via 53 anni di vita e di ricordi anche se tanti fanno ancora molto male. Mi chiedo se mi mancherà quando non ci sarà più, io sono un pezzo di lei e lei e’ un pezzo importante di  me. Quando se ne andrà via, sicuramente anche una parte di me se ne andrà con lei.  

Annunci

13 commenti

  1. siamo nella stessa situazione, anche mia mamma da marzo è in struttura, però a differenza della tua ha solo 72 anni…. ha un deficit cognitivo molto accentuato…. e ricorda cose cosi a random…. mia madre piange sempre non si rassegna di stare li… anhe se da quando aveva 60 anni mi metteva a perdere per andarci… l’aveva scelta lei ancora quando aveva un poco di lucidità…. ora piange sempre e prega chiunque di portarla via..è straziante andarla a trovare… io ci sto perdendo il sonno …e metà compressa da 0.25 di xanax al mattino mi pare non basti… ma deve bastare…devo stare calma perchè non posso stare con il cuore come a settembre dell’anno scorso… purtroppo lei non gioca, non conversa con nessuno non legge, è arrabbiata sempre con tutti e mai una cosa le va bene. diciamo che è sempre stata cosi, ora peggio del peggio. mai avrei immaginato di dover passare anche questo. quanto è difficile essere figli! un abbraccio fabiana♥

    Mi piace

  2. Qualsiasi sia la vita che abbiamo condiviso con la madre, quando non ci sarà più si porterà via qualcosa di noi….Emozione nel leggerti. Mia mamma ha 86 anni e da gennaio vive in una casa accanto alla mia, dopo 75 anni passati a Roma non è facile adattarsi a nuova vita, come dici tu a volte sembra essere una bambina, mi fa un’immensa tenerezza.

    Mi piace

  3. Le mamme di una volta erano dei generali,non mi concedeva neanche di leggere un giornalino dopo una giornata di duro lavoro. ..lavoro e basta.
    I soldi.. te li potevi solo sognare,sono del 47 ed eravamo 7 figli.. io la grande
    Con 5 lire ogni tanto che facevo sparire dal suo borsellino semi vuoto,mi comprai di nascosto il primo reggiseno come fosse una vergogna,che lei di queste cose non ne parlava. ..lavoro solo lavoro,bastava uno sguardo un gesto per farsi capire,non si parlava molto.
    Eppure mia madre l’adoravo, i tempi erano quelli non si risparmiava mai per noi, cuciva i nostri vestiti anche di notte con la “singer’ogni tanto la vedevo di nascosto che piangeva.Poi e arrivata l’America, sono partiti tutti…io ero gia sposata, sono rimasta qui…ci andavo ogni due anni a trovarla,adesso ci sono anche i miei figli e nipoti.
    Amavo…amo mia madre…nonostante tutto amava sorridere. ..cantare,amava ogni cosa bella della vita sopratutto la sua famiglia.
    Quante poesie le spedisco, lei aspettava sempre il postino.
    Ama tua madre con tutto il cuore…come ameresti te stessa.
    Ciao Fabiana…buona giornata

    Mi piace

    • Gentile Caterina intanto non so se la tua mamma è ancora viva e quanti anni ha. In ogni caso la sua storia è molto simile a quella di mia madre che non posso amare come si dovrebbe fare x tutto quello che forse involontariamente mi ha fatto
      Ho scritto vari post sulle violenze subite e non ci torno più su. Cerco di andare ogni tanto a trovarla perché ora sono in montagna molto vicina al ricovero dove è lei. Non la perdonero’ mai, doveva essere curata e molto anche. A me personalmente ha causato dei danni psicologici che ancor oggi non ho vinto. Altro x pudore non dico. Buona giornata.

      Mi piace

  4. Ti capisco Fabiana a volte faccio fatica a capire come una mamma possa essere così crudele con i propi figli.
    Stai serena,purtroppo ci sono state quelle …mamme che usavano delle vere torture verso i figli.
    I paragoni a volte non sono facili.
    La mia non c’è più, manco dall’America da quando è morta,nel 2013…aveva 92 anni.
    Ti capisco cara Fabiana,i figli si dovrebbero solo amare,altrimenti non si mettono al mondo.
    Ti abbraccio forte forte. ..odio ogni forma di violenza…sopratutto sui bambini…figli.
    Siii serena Fabiana ♥

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...