Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Ma la felicità esiste?

Non so dove si trova, non conosco come è fatta, o se l’ho conosciuta non mi ricordo più come è fatta! Si può toccare? Si può comprare? Si puo’ trasmettere? Forse frequentando peraone apparentemente felici ci si “ammala” di felicita? Cosa bisogna fare x essere felici? Che domandona che mi faccio al venerdì sera, mentre fuori piove e la sera sta arrivando? Se c’è e se qualcuno afferma di essere felice io ci credo poco, forse è sereno e prende la vita così come viene, tanto non si può fare diversamente. So  per certo che se si prova non dura molto, si tratta di brevi attimi che quando ti accorgi che eri contento sono gia’ spariti. Vorrei catturarli quei momenti, vorrei metterli dentro una bella scatola colorata e tirarli fuori quando sto male, quando piango, quando l’angoscia mi prende e non lo dico a nessuno per non arrecare peso a chi ne ha già piu’ di me. Vorrei farne una bella scorta e metterli addosso quando ne ho bisogno, ma essi sfuggono e non si lasciano prendere! Ci sono giorni nei quali penso di non riuscire ad arrivare a sera, proprio di non farcela con il fisico e con la mente. In quei momenti una telefonata, un abbraccio, una carezza o una persona che mi suona il campanello all’improvviso e viene a trovarmi, possono fare la differenza. Anche una frase scritta da uno sconosciuto può farmi sorridere per un attimo, e quell’attimo non lo dimenticherò mai. Tante volte ho chiesto aiuto dentro di me per averla, mi sono chiesta che cos’è che serve per essere felici, e non sono di certo i soldi o i beni materiali.  Nessuno è in grado di donarcela, possono aiutarci, starci vicino, confortarci,  dirci belle parole ma per essere veramente felici, io la ricetta non l’ho ancira trovata. Sono sempre più convinta che bisogna trovarla dentro di noi, in un angolino piccolo piccolo e ben nascosto ce ne sarà rimasto un pezzettino anche per noi, di quella che chiamano impropriamente felicità. A volte guardo mia figlia che cresce serena e sorrido e mi sembra di essere felice,abbraccio mio marito e so di essere stata molto fortunata, penso a mio figlio con amore materno ed affetto e mi intristisco perché non é più qui con me. Non credo di essere originale dicendo che ho avuto una vita molto complicata, piena di ostacoli da superare. Anche la salute mi ha rotto molto i cabbasisi, ma finora sono sempre riuscita ad andare avanti. Mi dicono i miei amici medici che ho la “resilienza” che è una parola strana e nuova e mi sembra di essere una lavatrice che ha la “resistenza” mescolata alla pazienza dell’esistenza. Può darsi che nel mio caso la mia personale felicità consista nel fatto di aver superato traumi enormi e di essere qui stasera a scriverne. Chissà se è questa? Secondo voi esiste o sono solo brevissimi attimi?

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

4 pensieri riguardo “Ma la felicità esiste?”

  1. La felicità è quindi soggettiva e ciò che x me è insignificante per un’altra persona può essere di grande soddisfazione. Forse come dire che chi si accontenta gode? Buon pomeriggio caro Gianpaolo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: