Fatti non parole.

Le parole le lascio ai giornalisti, i fatti sono un obbligo per chi deve far pagare questa immensa sciagura. Fatti concreti, veri, reali, tempestivi e non rimandati. Un ferragosto di dolore non solo per Genova, ma per tutta l’Italia. Mentre continuo a guardare i telegiornali e sento le voci di chi è sopravvissuto mi chiedo se questa tragedia poteva essere evitata. La risposta credo sia uguale per tutti: poteva essere evitata. Poi la mente va oltre e vorrei fare qualcosa per chi ha bisogno. Come ha detto ora Vittorino Andreoli, possiamo solo stringerci a quelle povere persone con il nostro affetto, essere solidali e metterci nei loro panni per davvero. Pregando nel nostro intimo, che i famigliari riescano a superare con il tempo, ma ripeto: chi deve pagare, paghi. In fretta, senza dimenticarli, che non facciano un domani parte anch’essi di una giornata della memoria. Una giornata di metà agosto da ricordare come una fatalità, perché di fatalità non si tratta.

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

11 pensieri riguardo “Fatti non parole.”

    1. Chi è morto in vita non torna piu. Ma almeno siano fatte per una volta le cose perbene! Se penso ai terremotati dell’Aquila, Modena e altre povere persone che stanno ancora aspettando le loro casette! Anche chi è rimasto in vita dovrà staccarsi per sempre da casa e dalle sue cose private. Una tristezza che mi ha fatto stare male per giorni…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...