Un caldo anomalo!

Chi pensa che ancora ci sia qualcosa al suo posto, qualcosa che fila liscio si sbaglia di grosso! Oggi un caldo estivo con vento bollente che può solo portare malanni! Forse solo loro sanno ancora ciò che fanno a mano, con santa pazienza: le uniche storiche rezdore di Reggio Emilia che sanno fare cappelletti, tortelli, gnocchi, lasagne, ragù strepitosi…Ma che caldo, ma che caldo!

Eccolo di nuovo!

Inizio la mia nuova settimana con un video ricevuto da una carissima amica. Uno di quei video che tanto vanno di moda oggigiorno e che vengono inoltrati a destra e a manca purché circolino in fretta. Quello di stamattina é particolarmente allegro e frizzante: contiene un valzer piroettante e immagini simpatiche x dare il buon giorno a chi fa molta fatica a svegliarsi. Sopratutto il lunedì! Mi ha messo addosso un buonumore diverso, voglia di sorridere e di ballare mentre alle 8 già cambiavo il letto di mia figlia…Prima mi ero già svegliata, cambiata da pataglia ad abiti “civili”, lavata, incremata, colazionata, uno sguardo ai primi ordini da evadere, sentito mio marito al telefono, che come prima domanda mi chiede ” sei viva? Hai superato la notte?” Mi par di sì marito mio…Ora con il video del valzer in sotto fondo mi concedo una seduta sul mio amico, poi benedicendo la mia amica L, e la vita, vado,ad incominciare: lenta ma lucida e vigile sul pezzo del lunedì

Errore
Questo video non esiste

È ora di ” basta” .

Oggi pomeriggio riposo assoluto sul divano. TV con Gianni Morandi ospite a ” VERISSIMO”, un plaid sulle gambe, un the caldo a farmi compagnia. Strano x me bere un the al pomeriggio, quando fuori non piove o non c’è la nebbia! Preferisco il mio decaffeinato! Mi sento in colpa per polleggiare e riposarmi? Oggi no, lo devo al mio corpo e alla mente. La corda si é leggermente strappata quindi é meglio non tirarla oltre, se non voglio andare incontro a rotture più gravi. Buon sabato sera e buon riposo

Sera.

Avrò fatto oggi tutto ciò che mi ero ripromessa di fare? Posso dire di aver fatto molto più di quanto dovrei normalmente fare. Ed è sempre per me troppo poco, non reputo mai di fare abbastanza per la mia famiglia. Questo sentirmi in colpa se non sono attiva al 100 % mi fa sentire il peso degli anni che passano, la vita che scorre via tra le mie mani senza il mio consenso.

Per fortuna ci sono loro a ricordarmi che invece dovrei fare meno x gli altri ed un po’ di più x me stessa.

Quando ritorni.

Stasera sei venuto da me per pochi minuti, il tempo di una visita. Mi basta vederti, sapere che vai avanti e tieni botta, mettendocela tutta. Il vederci mi suscita una marea di emozioni che durano da 24 anni e non si placheranno mai. Non vuoi più di un bacio, sei grande, ma stasera te ne ho dati molti di piu. Hai detto basta! Ma io non dico basta, finché avrò un alito di fiato.

Il finale.

Finisco in amicizia questo lungo lunedì: chiacchierare questo pomeriggio con una delle mie poche e storiche amiche, è per me un toccasana. Un modo importante per parlare delle nostre vite, dei nostri figli, dei nostri anziani, scambiarci opinioni e pareri è terapeutico ed è vitale credo per tutti. Bisogna essere in sintonia con l’altra persona, credere in lei/lui, fidarsi, mostrarsi senza maschere ed orpelli sapendo anche chiedere aiuto quando si è nella necessità di farlo. La mia grande amica S. è una bellissima persona, ha un cuore grande e si impegna su parecchi fronti. Ci vediamo poco per questioni di impegni continui e pressanti, ma cerchiamo di non perdere mai il filo che ci lega da 50 anni ed oltre! Un bellissimo pomeriggio, costruttivo ed affettuoso, pieno di chiacchiere non al vento. Al prossimo incontro cara amica mia!

Ripartiamo?

Da dove ci eravamo fermati lunedì? Da un buon caffè che ci inebria? Da un bacio dei nostri cari? Da una giornata densa di impegni o calibrata e pensata? Io credo che l’importante sia esserci, anche se assonnati e anche se sbuffiamo perché è lunedì e pare che il Week end sia volato in un attimo! Ripartire è come dire: ci sono, esisto, voglio fare… Un bacio a chi stamattina riparte come me, e se non ripartiamo subito diamo un poco di olio buono alle giunture!

Non mi piace la domenica.

Sopratutto la sera, non mi é mai piaciuta perché attaccata al pensiero di quando al lunedì dovevo ricominciare a lavorare fuori casa. Mi mette tristezza perché ripenso che un’altra settimana vorticosa se n’è andata via…Cerco i miei genitori, vorrei telefonare a loro e dirglielo di questa cosa, ma non mi é possibile! Quanto mi mancano accidenti!

Volendo.

Credo sia impossibile ricatalogare tutti i passaggi di un’esistenza e collocarli nel cassetto giusto. Quel che é stato E forse allora un senso l’avrà avuto.

Ma se stasera sono ancora qui a cercare i cassetti giusti e a chiedermi i perché, ci dev’essere qualcosa che non gira per il verso giusto. Se dovessi tornare indietro….No basta! Rifarei ciò che ho fatto perché tanto indietro non si torna. Dolce sera autunnale.