È VENERDI!

Per me questo è il giorno più bello della settimana, è la signorina FROU FROU per eccellenza!

È il giorno che precede il Week end ed è giornata di aspettative di serenità e di gioia per il Week end! In un tempo assai remoto, dove l’acqua era un bene veramente prezioso, facevo il bagno al venerdì sera dentro una tinozza in alluminio scalcinato, con acqua scaldata sul fornello. Mia madre metteva la tinozza o mastello grande che dir si voglia con dentro il suo contenuto, cioè io, accanto al caminetto.

Mi lavavo con la SAPONETTA Palmolive di mia nonna Ione, risciacquandomi con la medesima acqua. Ma mia nonna, un Angelo sceso in terra! arrivava con 2 BROCCHE di latta bianca, colme di acqua calda per risciacquarmi una volta in piedi, consapevole già d’ allora, che il risciacquo in acqua sporca avrebbe danneggiato la mia pelle di porcellana. E avrei dunque fatto il bagno per niente! Donna saggia nonna Ione,!

presto ne riparlo. La mia pelle complice nonna Ione e mamma Bianca è rimasta quella di allora, l’ho sempre curata tantissimo, lo ammetto, ma il DNA non sbaglia. Se dovessi paragonare il Week end direi he oggi è una signorina leggiadramente frizzante, con una gonna a ruota corta al ginocchio, il sabato è una promessa sposa, stanca per i preparativi ma radiosa!

la domenica( che io non sopporto nel modo + assoluto) una precoce vedova. ( QUI SOTTO MAMMA BIANCAEP E PAPÀ ANTONIO NEL LORO 50 esimo di NOZZE!)

Oggi il tic tac delle sveglie è più allegro e le ore purtroppo scorreranno veloci, ed io anche stasera, facendo una doccia veloce ed anonima, ripensero’ a quella tinozza e a nonna Ione che mi risciacquava di nascosto a Bianca! Buon caffè. Ed ora che ho messo anche le foto, finalmente Buon pranzo!

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

11 pensieri riguardo “È VENERDI!”

  1. Visioni che spesso ritornano.
    Infanzia spensierata. Sapone che funzionava per ogni cosa da lavare.
    Acqua sempre troppo fredda e capelli che si asciugavano al sole o vicino alla stufa. E ci chiamavano mocciosi… per forza, avevamo sempre qualche motivo per rafreddarci.
    Però … che visioni poetiche, tra bohemien e vita da scout.
    Ora abbiamo tante comodità, di quel tempo perduto fra i ticordi, sopravvive di quando in quando, un raffreddorino di stagione, curabile con una pastiglia, anziché con latte caldo e miele di castagno…
    Un abbraccio.
    Grazie per il bellissimo affresco.
    Giancarlo

    "Mi piace"

    1. I miei figli piccoli, io a 22 anni con i boccoli, mamma, papà, nonna Ione….oggi il cuore è in tumulto! Troppi ricordi mai sopiti, troppe emozionim di quel tempo che mai più ritornerà! Anche se faceva un freddo polare casa nostra. Stufa economica ( la chiamavano così) in cucina, caminetto nel tinello, stufe a kerosene nelle camere d accendere solo 1 ora prima di andare a letto, poi gelo sino al mattino, ma secondo te dottore ci si ammalava di meno? Secondo me, si. O forse le malattie erano diverse… un caro abbraccio.fabiana schianchi Ugoletti.

      Piace a 1 persona

      1. Sì, si chiamava stufa economica o cucina economica, e serviva anche per avere l’acqua calda a disposizione. Non credo ci si ammalasse di meno, ma si era più forti.
        In ogni caso, almeno per me che ho vissuto un po’ di guerra, non era possibile fare tante storie come di questi tempi.
        Non c’era il frigorifero… ma la ghiacciaia e si andava a comprare il ghiaccio.
        Certo che è sempre interessante ricordare.
        Contraccambio l’abbraccio.
        Quarc

        "Mi piace"

      2. Cara Fabiana,
        Abbiamo delle comodità allora impensabili. Il problema è se siamo diventati schiavi delle comodità… quando la schiavitù non va mai bene.
        Buona serata anche a te.
        Quarc

        "Mi piace"

    1. Scriverò molto presto su di lei. In questo periodo di forte stress x me, mi manca molto la sua presenza rassicurante. Ho messo la sua foto sul mio comodino ed erano anni che non lo facevo. Grazie Paola. La ricorderemo ancora!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...