Al buio nei miei pensieri.

Mi riesce meglio pensare e scrivere al buio. solo una fioca e timida luce da lontano rischiara le idee ed i pensieri che inevitabilmente vanno a farti compagnia. Non desidero nessuno intorno,  in questo sublime momento della colazione
Sono me stessa e ho bisogno di me autentica  e reale come da secoli non sono.  Respiro a fondo, i seni ancora morbidi sobbalzano nel petto,  i  capezzoli turgidi perché ho freddo mi fanno comprendere che io esisto.
Annullarmi per i figli e altro mi ha logorata, i miei mal di testa trovano una ragione d”essere in questo circo che mi sta intorno tutti i protagonisti che fanno la loro parte. io sono la tigre in gabbia che in molti pretendono di ammaestrare, loro più che altro clown sono in realtà i domatori
Sotto a quelle vesti puzzolenti hanno la frusta e schioccano spesso le dita rendendosi sempre più insopportabili.

ma la tigre in gabbia che in realtà è una gatta solitaria se ne sta per conto proprio, torna solo x mangiare e non si farà imprigionare una seconda volta.  il profumo dei fiori e della leggerezza è troppo accattivante ed io mi ci aggrappo per raggiun gere l” obiettivo della serenità e del giusto equilibrio. me lo devo
buon sabato curiosi lettori.

.ci rimane solo di gustarci una buona e gustosa cena!
..per poi dopo una confortante doccia via a letto a gustarmi la fine del film iniziato ieri sera. parla della discriminazione sessista tra uomini e donne in America dagli anni 30 sino agli anni 70. il titolo non me lo ricordo, ve lo dirò domani.
con sto corona non Fabrizio mi sono veramente caduti x terra ed arrivano sino in Sicilia@ buonanotte.

Non tutti i virus vengono x nuocere.

Si capisce dall”impennata di letture che ha avuto il mio blog in questi giorni: non so i vostri ma con la quarantena obbligata o precauzionale, finalmente la gente legge! Che siano blog, libri, giornali o quotidiani credo che la lettura sia uno svago che in questi gg accompagna le ore di molti connazionali e non solo.Ne sono felice! Se ne approfitta anche x tirare fuori i vecchi giochi di società come tombola e monopoli, si fanno torte e tortini e lunghe, interminabili telefonate con la voce! Ma vi rendete conto che per parlare a voce e non con un asettico messaggio occorre un virus? nelle case ora c’ è il modo di riflettere e di pensare seriamente. Sfruttiamo questa brutta parentesi di fine inverno per guardarci dentro e capire x davvero il senso di tutta la ns fretta ed il ns continuo correre come dei forsennati x finire comunque sia tutti quanti sotto o sopra terra.

Vale la pena? la risposta come qualcuno scriverà è banale, ma ora abbiamo la possibilità di farci delle domande. Chi vuole può anche pregare in casa con i propri famigliari o guardando la Messa in tv, chi lo desidera faccia un restyling alla propria casa o alla propria persona. Approfittiamone x fare o dirci quelle cose che lasciamo sempre x ultime e che non abbiamo mai il tempo di fare. io cogliero’ ( se non mi ammalo) questo virus come una nuova opportunità x guardarmi dentro e cercare quelle risposte che ancora non sono arrivate. Ringrazio tutti coloro che finalmente hanno letto i miei primi amori: i post di 8 anni fa. Fa bene a voi e fa ancora meglio a me! certo che dal mio modo di scrivere del 2012 ad oggi di acqua sotto i ponti ne è passata.

La vita va avanti

porta vivande francese con rose dipinte a mano
Cestino della royal albert” brand: MOONLIGHT MOONLIGHT ROSE
Cimeli della trattoria di Langhirano quando ancora si poteva prendere lo zucchero ed il formaggio con il cucchiaino
Zuccheriera anni 45/50 in acciaio e ottone.

paiolo in rame proveniente da CASE SCHIANCHI di LANGHIRANO.

LATTIERA LIMOGES CON VOLATILE A CODA LUNGS
zuccheriera LIMOGES con fragoline di bosco.

sebbene i morti aumentano e anche gli ammalati guariscono, la vita scorre ed il lavoro deve proseguire. oggi dopo camminata ristoratrice di un” ora, intenso lavoro sino a quest” ora. E stasera aggregazione di amiche Alice x guardare film da noi. Dopo tutto lucidamente parlando, è un’influenza. Che come ogni anno miete vittime con patologie importanti pregresse. buona cena serena e tranquilla a tutti

E dopo Carosello.

Con calma e sangue freddo cerchiamo di mandarci un bacio virtuale e dormire sereni
il cielo a canali prima di cena era così
poi dopo poco si è trasformato ed è diventato così. tutto muta,tutto si trasforma, niente rimane uguale, niente cambia nei giorni. Solo che a volte i colori prendono delle sfumature più forti e decise e noi non ci siamo abituati.

Tutto è assurdo, tutto è normale, ci siamo già passati ed i nostri avi ancora di più. Nessuna meraviglia e nessun maestro salga in cattedra. Ci vuole ragionamento e meditazione, un modo per raccoglierci a pensare in silenzio ancora una volta la natura lo ha trovato.
io vado a letto serena e tranquilla x oggi il mio dovere l’ ho fatto, i miei figli li ho visti tutti e 2 e stanno bene. solo questo conta.

È scoppiato@

un raffreddore galattico dopo camminata! non mi ricordavo un ciclone così dai tempi delle elementari di mia figlia

Ho inquinato l’aria con starnuti a raffica come una baionetta impazzita ho già usato 3 pacchetti di fazzoletti da naso di carta, ma almeno biodegradabili.
Avevo anche incontrato un bel gattone con un campanellino celeste al collo! Mi piangono gli occhi, il naso, rischio di attaccare lo tsunami ai famigliari e di allagare il divano con gli starnuti @
forse fare un fumento in questo paiolo di rame dell”800 ,mi aiuterebbe??

Il piede giusto.

È un modo di dire che serve ad indicare se ci si è svegliati bene o male. Nella realtà dei fatti un piccolo riscontro c’è. Da come si muovono le gambe per andare subito in toilette capisco che giornata sarà. Se mi trascino facendo fatica ahimé, non sarà una buona giornata.. Se cammino adagio senza strusciare le pantofole a terra, ho solo bisogno di fare colazione e ritemprarmi

Se mi sveglio e nel mettere giù il primo piede non trovo le pantofole e comincio la caccia al tesoro x trovarle, significa notte agitata. Se invece poggio tutti e 2 i piedi allineati ed in modo veloce sta a significare che ” l’ansia da prestazione” per i programmi della giornata si è già impadronita di me e sono già sul piede di guerra. Mio marito dice che sono affetta da : Movimentite acuta. Stamattina i piedi li ho adagiati lentamente, la colazione era divina, peccato x le rose che mio marito mi ha messo davanti alla mia postazione @ Erano a testa in giù essendo quelle di S.Valentino. che sia un presagio?? va beh che basta il pensiero

Ora vi saluto e vado a muoversi piedi x altre mansioni meno nobili. È uno sporco lavoro qualcuna dovrà pur farlo @

La catastrofe della ” borsina”.

È diventato un problema di principio e di coerenza. Non tutti i negozi la fanno pagare, non tutti i negozi hanno lo stesso prezzo, non tutti hanno formati diversi a seconda della quantità che si acquista. Non tutti le usano di plastica. Oramai ci siamo direi dovuti dotare di grandi borse riutilizzabili, COMODE, robuste, simpatiche e colorate.
…che regolarmente almeno nel mio caso, rimangono o a casa dove ne ho una discreta collezione, o nel baule dell’auto. E questa è sicuramente una mia negligenza. Il fatto che da molto fastidio è il pagamento di una borsina in plastica spesso non ROBUSTA, spesso di carta, che PUÒ rompersi appena usciti dal negozio. Come e’ capitato a me qualche giorno fa, dopo aver pagato 12 cent, il contenuto non ci stava e spingendo forte si é ovviamente rotta. Gentilmente ho chiesto al cassiere un altra borsina che avrei dovuto pagare ancora, oppure un formato grande ove sistemare bene la spesa. Mi è stato risposto che la casa madre fornisce solo borsina formato “A4,” le definisco io, cioè piccole, non prevedendo che la gente faccia grosse spese.
A quel punto mi sono irritata un pochino e ho chiesto a loro la soluzione per portare a casa le vivande dentro a borsina rotta con auto lontana. SAPETE COSA MI È STATO RISPOSTO: SIGNORA NON È UN PROBLEMA NOSTRO
IL FORMATO DELLE BORSINE, PIUTTOSTO RINUNCI ALLA SPESA E LASCI QUI TUTTO. STAVO PER FARLO…..

auguri a tutti!

auguri a tutti anche a chi non è in coppia perché se ci pensate bene nessuno di noi è solo: siamo comunque sempre in coppia con noi stessi. Non è poco!

La mia prima volta per la ricostruzione unghie. Colore rosso San Valentino, mi piacciono molto e le mani sono sempre in ordine.

Ricordate che dev’essere san Valentino ogni giorno dell’anno@ oggi è solo un giorno prettamente commerciale
Che la luce ci illumini sempre e non ci faccia prendere degli abbagli! Luce sì, fischi x fiaschi no. auguri.