Il bisogno della vicinanza.

Hanno istituito oggi 18 marzo il giorno nazionale della memoria per le vittime del COVID. Hanno scelto questo giorno per ricordare Bergamo e quelle camionette dei militari con dentro le bare con i defunti.

c’è molto bisogno di contatto umano, di sentirci vicini, mancano gli abbracci e i baci, ci hanno tolto la vicinanza con i ns simili e la solitudine di ognuno ci mette tutti allo stesso livello. Soli ma tutti dentro la stessa barca, senza poterci toccare o sfiorare. Io mi sento ripeto ancora molto sola, lasciata alla deriva in un posto sconosciuto dove nessuno verrà mai a prendermi.

Ci guardiamo tutti in cagnesco stando ben attenti a stare lontano dai nostri fratelli e sorelle, aleggia nell’aria cattiveria e desolazione mista a rassegnazione e anche ad una stanchezza infinita. Non è ancora finita la lotta, un anno fa si gridava da un balcone all’altro ” ce la faremo, andrà tutto bene”. Parole gridate al vento che non si sono ancora rivelate veritiere. Astra Zeneca come previsto è stato riabilitato come avevo previsto, la solitudine ed il freddo psicologico che sento non se ne vanno. Non va tutto bene e chissà quando mai ritorneremo ad abbracciarci.

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

10 pensieri riguardo “Il bisogno della vicinanza.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: