Parliamone ancora..

Ho trattato molto tempo fa, il tema importante e prioritario dell’amicizia. Ve ne sono testimonianza parecchi articoli nella CAT.  I RAPPORTI UMANI. Ho provato a  sviscerare molti punti ed aspetti di questo forte e vitale sentimento,  pensavo sinceramente di ricevere più opinioni ed idee e che ogli volta ne emergesse qualcosa di costruttivo e di grande. Invece sembra che l’amicizia vera ai giorni nostri non importi quasi più a nessuno, tanto ci sono i social e le chat e li siamo tutti amici e ci vogliamo tutti un sacco di bene! Ho parlato come e quando nasce, quanto si alimenta, il tempo da dedicarle, la durata del sentimento ed infine ho  parlato anche della morte, cioè della fine di un rapporto di amicizia. Mi vorrei soffermare proprio sulla morte di questa importante sfaccettatura della nostra vita, che ci fa soffrire moltissimo quando viene a mancare. Dio ha creato l’uomo e la donna, perché voleva che non fossero soli e ha fatto in modo che essi dessero la vita ad altri simili.  Per non rimanere da soli e per parlare e comunicare tra loro. La solitudine sia  amichevole che amorevole, e’ una perdita tremenda, una condanna non voluta, un vuoto che difficilmente si  riempira’ ancora. Siamo ripartiti in tantissimi dopo essere  stati lasciati da amici o fidanzati e mariti e su questo tentativo del provare a ripartire, mi tolgo tanto di cappello. Abbiamo avuto la forza di riprovarci:  con quali fatiche ed esiti non mi è ancora ben chiaro. Dopo il lutto, perché in psichiatria e psicologia  si parla di “lutto affettivo”, occorre molto tempo e pazienza x elaborarlo. Dopo, timidamente con una zampina fuori dalla cuccia e l’altra nascosta dentro, si prova a dare fiducia ad un’altra amica, a credere che il nuovo rapporto possa funzionare e ci siamo persuasi che ora abbiamo  tratto insegnamento e strumenti x non sbagliare piu la scelta. Purtroppo non è così semplice. Noi non siamo più quelle di prima, abbiamo timore, paura di investire  troppo e di non essere ricambiate, temiamo fortemente di rimanere ancora deluse. Vediamo lo spettro della solitudine e dell’abbandono semore in agguato. Le nostre aspettative potrebbrro ancora non collimare con quelle del partner in amicizia.  Partiamo quindi “prevenute” non scevre  da mille timori e da mille dubbi e la partenza non e’ certo delle migliori! 

Chi afferma che sta bene da solo,  non dice il vero. Tutti noi umani abbiamo bisogno di condividere affetto, idee, pensieri, gioie e dolori e abbiamo la necessità di essere compresi, accettati e sorretti per come siamo.  Non per come l’altro/a vorrebbe che noi fossimo. NON SIAMO MERCE DA SFRUTTARE AL BISOGNO E QUANDO NON SERVIAMO PIÙ  BUTTARCI VIA CON UN CALCIO. z Ci sarebbe da scrivere per giorni interi…. dopo i miei figli l’amicizia è il sentimento che maggiormente mi interessa.  Purtroppo ho perso nel corso degli anni qualche amica importante che alla fine della fiera importante lo era solo x me, l ‘ho già scritto e detto ripetute volte.  Altre che reputo molto amiche ma non le “Migliori amiche di sempre” stanno cambiando nei miei confronti. Io cambio,  la vita ci cambia, gli eventi quotidiani ci trasformano, ma non capirò mai il perché di invidie, rabbia e gelosia se io Fabiana ad es. ho raggiunto gli obiettivi che mi ero prefissata. Se sono veri e sinceri amici dovrebbero gioire con me, esultare ed io dovrei fare la stessa cosa se loro si sono realizzate! 

Oggi personalmente vorrei un’amica o due nuove nella mia seconda parte della vita.  Non di piu’. Sento la necessità ed il bisogno di parlare e di ascoltare, ma  ho paura d’investire troppo e di rimanere ancora delusa. Ci metto molto di me, mi metto troppo in gioco e gioco a carte scoperte all’inizio di una qualsiasi nuova relazione. E forse è proprio lì che sbaglio ma se facessi in modo diverso non sarei più io e non sarei più spontanea e vera. Ci  sto provando con una signora conosciuta quest’estate,  ma starò a vedere se anche lei desidera investire su una nuova amicizia. Per ora sono solo io che la cerco e questo sarebbe già un punto a mio sfavore….ma non voglio dare nulla per perso; sto alla finestra e aspetto oltre al Natale anche di vedere se mi darà la sua vera amicizia.  Non è facile quando si è persone più che adulte, non è x niente facile..ma  io ho ancora bisogno di amicizia fisica vera e non virtuale su Facebook. Vi amo tutti e auguro buon pranzo.