Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Ci provo:non è detto che vi riesca.

L’unico  modo che abbiamo per riparare i torti subiti nel passato è  fare tesoro degli errori, per cercare di non commetterli ancora,  guardando in avanti anziché indietro. 

Questa è la frase che oggi accompagnerà il mio ed il vostro lunedì 8 Maggio 2017. Vi è ancora molta umidità,  spioviggina e la giornata non promette nulla di buono, meteorologicamente parlando. Maggio non è ancora galantuomo, ma piano piano lo diventerà ed io riprenderò le mie consuete camminate. Lascerò che il sole mi baci e mi accarezzi la pelle,  così preparerò la “base” x il vicino mare. Cerchero’ ( se riesco..) di dimenticarmi di tutti i deficienti che mi circondano, dei maleducati, dei deviati sessuali che mi fanno vedere e toccare con mano perversioni latenti ma ora conclamate. Allontano con tutte le mie forze, seppur garbate, chi mio malgrado PRETENDE di allacciare con me conversazioni sterili, per catturare la mia amicizia ed avere il benestare su relazioni amorose che io considero fuori luogo e che NON riguardano ne me stessa e ne’ la mia famiglia. Tengo nel mio cuore i pochissimi amori veri che ancora ho. Provo a scacciare con il pensiero il mio repentino mio dimagrimento, il furto subito,  il collasso grave di febbraio,  la colica renale ed il Pronto soccorso,  le decine di notti insonni, i disagi gravissimi da esse derivati, i pianti senza fine che mi sono fatta, tanto che ad un certo punto ho smesso di piangere perche’ lacrime non ne avevo piu. Ed è stato in quel preciso istante nel quale IO da sola, ho preso il toro x le corna, mi sono ribellata e mi sono detta che cosi’ come la stavo conducendo, la mia vita non poteva piu’ andare avanti. Mi sto costruendo io piano piano la mia cura x dormire, ed infatti sto facendo progressi enormi! Ho diminuito parecchi ansiolitici, mangio con piu’ calma anche se sono ancora molto magra…Insomma sto diventando il miglior medico di me stessa! Con tutto il rispetto x i medici e gli specialisti, ma troppe volte “toppano” e danno cure sbagliate che invece di far stare meglio il paziente, lo fanno solo peggiorare, ma x accanimento terapeutico o voglia di farci fare da cavie, provano e provano medicinali nuovi o vecchissimi che non vanno certamente bene x tutti!  Peccato che x capirlo ci ho impiegato 8 mesi, durante i quali credevo di morire! Io ora, sto ritornando lentamente alla normalita’, intravedo il sereno dentro di me, rifaccio progetti x l’estate. ,Ma mi fermo qui, qui e ora e vivro’ ogni giorno come fosse l’ultimo. La lezione mi e’ bastata: tutto ricomincia e la ruota sta lentamente rallentando: ma non si fermerà,  semplicemente va un po’ più piano. A più tardi.

 Con affetto, la vostra Blogger Fabiana Schianchi.