TENGO, BUTTO, SFOGGIO?

Questa è una delle nuove pagine che inserirò quest’anno, andiamo ad inaugurarla?

Ieri ero veramente stanca e sfinita, mi si era rotto l’aspirapolvere a carbone e avendo terminato di distribuire i dolcetti ai bambini buoni verso mezzanotte, dovevo ancora distribuire il carbone a quelli birichini di mezzo pianeta!Non ho più l’età di un tempo e i reumatismi, assieme alla gotta, all’ ernia dei dischi, alle cervicalgie potenti,  e alla prostata infiammata sono diventata come la mia vecchia scopa di saggina: mi devastano!  Anche la memoria non è più quella di un tempo, infatti la prostata non ce l’ho mi sono confusa con mio cugino Babbo Natale che tutti pensano abbia mangiato molto con quel pancione prominente, invece è la sua prostata che gli è arrivata sino all’ombelico! babbo-Natale-ballerino

Devo stare attenta ai colpi d’aria e alle scosse telluriche, con le nuove protesi potrei sbagliare rotta e trovarmi in qualche casa strana, dove bambini non ce ne sono. Tutti questi malanni vecchi e nuovi mi fanno rallentare il lavoro! Se vado avanti così mi licenzieranno e perderò il posto di lavoro fisso. Vi confesso che non è vero che lavoro solo la notte del 6 gennaio, ma lavoro tutto l’anno anche se in nero carbone! Non lo dovrei dire senò quelli di Equitalia mi vengono addosso e mi tolgono il ruolo di Dirigente di Famiglia di Primo Livello ed io con che cosa mangio poi? Per rimettere a posto il sottodecolletè ho speso tutta la tredicesima e parte di quella cosa che ai miei tempi si chiamava TFR, ma che voi esseri umani digitali d’ggigiorno non conoscerete più! Come la pensione, che era quell’altra cosetta in denaro che prima ci toglievano come un prelievo di sangue mensile, poi dopo millenni, a poco a poco ce ne ridavano indietro qualche goccia. Non crediate che i fetenti, quelli del posto fisso sulle poltrone ci ridiano indietro tutto il sangeu versato! No cari amici e colleghe, solo piccole gocce per non sovraccaricarsi lo stomachino. Comunque ora ci sono, anche se è giovedì e so che dovrei parlare di qualcosa di fantastico, che so un racconto per bambini, una poesia, come da programma, vi parlerò di che cosa vorrei tenere, buttare e sfoggiare. Per oggi tengo le lasagne che ho cucinato ieri e le calzine che mi rappresentano, quelle fatte a maglia con i vecchi ferri del mestiere!lasagnadellabefana

lalasagnadellaBefana

Invece butto nel pattume il film “Quo vado?” con Luca Medici, (Checco Zalone), nonostante i temi attuali del posto fisso e dello scioglimento delle province.Nonostante l’attore furbo e sgamato abbia messo nel film  tutte le magagne e le illegalità Italiane, nonostante sia un Fantozzi degli anni 2015, nonostante racconti che per un raffreddore ti danno quattro mesi alle Terme di Abano (le terme dove vado io…sigh!).quo-vado-box-office-zalone

Del film, visto che i soldi li ho buttati, salvo la canzone ” la prima repubblica” che rispecchia  in todo l’Italia dei tempi di Craxi e compagnia bella. Gli spettatori ridevano molto ma senza farsi sentire dagli altri, a denti stretti…. sfoggio invece una bella cervicale, la prima dell’anno nuovo. Purtroppo temo di dover buttare la mia pianta grassa preferita,(fotografata con il mio cellulare e i risultati sono orridi..)

wp-1452102949743.jpeg

nonostante io sappia che devo darle pochissima acqua, esagero sempre! A meno che l’infermiera domani non venga a farle una visita. Notte dolce a tutti! Ora la befana ha spazzato via tutte le feste e da domani si riparte alla grande. Baci.Ops, ma è già mattina, non me n’ero accorta, infilo il grambiule e vado a lavorare..in nero s’intende!befanasexy

Annunci