Ma è sabato sera!

E chi se ne accorge? Mi scappano via i giorni e si rincorrono l’un l’altro, attaccati come quando da piccoli si faceva la squadriglia! Non so se vi ricordate cos’è! So per certo che quest’oggi ho avuto il vago sentore fosse un giorno di primavera, che peraltro non tarderà ad arrivare.

E con essa arriverà anche la Pasqua e sapete cosa ci troveremo dentro all’uovo quest’anno??

Lascio a voi le risposte, io mi accingo a mangiare una zuppa di verdura con crostini! Dolce sera, lieta cena, serena notte. Baci e abbracci più avanti

Laddove.

Laddove finisce il colore inizia il cielo. Le luci mi accompagnano sin dove l’occhio vede e percepisce ogni più piccola sfumatura di colore. Il.giorno termina il suo lavoro, il buio inizia il suo turno ed io mi chiedo ancora dov’è che termina il mio roboante andare per far posto ad un quieto vivere. Laddove non ci sarà più cielo, forse un giorno ci sarò io. Laddove l’infinito si fa spazio abita Dio con le sue nuvole che altro non sono se non le Sue coperte. Laddove c’è ancora pace e silenzio, è lì che vorrei essere ora.

Lentamente

La musica ha un linguaggio universale. Ha molti poteri terapeutici e rilassanti, soprattutto quella classica o melodica. La musica ci accompagna dalla nascita sino alla morte. È compagna di vita in momenti di allegria o di tristezza. Sprigiona note che arrivano diritte al cuore
Direi che è come i fiori che tanto amo, che mi fanno compagnia e mi trasmettono ciò di cui ho bisogno ultimamente: calma e serenità. Ascoltando stamane un brano al pianoforte di una creatura divina come “YIRUMA” con il brano RIVER FLOWN IN YOU mi si è rallentato tutto. Ho smesso di fare faccende domestiche, mi sono seduta ad ascoltare 3 volte questo brano e l’ho accompagnato con queste bellissime immagini di rose. Il corpo si fa più leggero e la respirazione si fa più calma e modulata.
Dato che non sono ancora capace di caricare i video sul blog, vi mando il link per ascoltarlo. Vi chiedo dopo averlo ascoltato con calma e senza fretta, che cosa ne pensate.

Giuramento ore 12.

Seguirò in diretta tra poco il giuramento del Prof. MARIO DRAGHI che diventa il nuovo Presidente del Consiglio. Verrà presentata la sua nuova squadra di ministri: 8 donne e 15 uomini. Non si era mai visto un cambio così importante nel bel mezzo di una pandemia mondiale! Ci saranno nuove immagini dei ministri, del presidente Mattarella e di tutti i presenti con le mascherine e le necessarie misure di protezione anti covid

Persona tecnica, molto competente e preparato. Sappiamo tutti degli incarichi svolti in passato, serio, pragmatico, non vanitoso né tantomeno esibizionista. Uomo concreto, di poche parole e molti fatti. Gli e’ stato dato il compito non facile di formare un nuovo governo e lui da bravo scolaro, lo ha fatto senza ” se” e senza “ma”. Ha svolto il suo gravoso compito in classe in pochissimi giorni, ha ascoltato i ministri arrivando ad avere anche 16 consultazioni al giorno! A me sarebbe scoppiata la testa! Oggi con il cambio della guardia e la cerimonia della campanella, le cose cambieranno

Giuseppe stai sereno..
Come cambieranno? Staremo a vedere, sicuramente i presupposti per ottenere risultati concreti ci sono. E chi ben comincia è già a metà dell’opera! Caro Mario, cari ministri tutti, un grosso in bocca al lupo e….datevi da fare x risanare questo Stivale oramai bucato che fa acqua da tutte le parti, logoro ed obsoleto!

Pensiero.

Ho parlato poc’anzi con una signora che 25 anni fa perse un figlio di ventuno anni in un incidente stradale. Non era ubriaco, non aveva nulla in corpo che fossero sostanze stupefacenti. Dopo 25 anni gli manca ancora come fosse mancato ieri. Mi ha detto che non ci si rassegna mai, che fa male come allora. Ha aggiunto che è il primo pensiero del mattino e l’ultimo prima di addormentarsi. Venticinque anni di dolore. La perdita di un figlio è il più grande dolore che una donna possa provare. Ti abbraccio L. e stasera le mie preghiere ed i miei pensieri sono tutti x te.

Ci sono o c’ero?

Un inizio di anno in velocità con il motore tirato al massimo! Vi leggo qua e là quando il tiranno lo permette! Mi mancano momenti di svago, aria e leggera da respirare. Vi penso così come penso a chi non vedo o non vedrò più. Mi manca quel contatto fisico e reale che non posso più condividere con persone che amo. Sto trascurando anche la mia creatura Ninuccia e spero di riprendere a scrivere presto di lei.
Domenica sarà San Valentino, ieri ho messo via gli scatoloni del natale e tra poco aprirò i cassetti degli indumenti estivi! Per poi riporli e riprendere gli scatoloni del presepe….ma che vita è questa??