Furto ALL’ESSELUNGA. 

Ne capitano tutti i giorni, ovunque e con modalità pressoché similari.  Lo leggiamo sui quotidiani,  lo ascoltiamo in TV, ci viene raccontato da chi è stato scippato, ma fino a che non succede a noi in prima persona, distrattamente ascoltiamo, tirando di lungo e magari stringendoci più forte la borsetta al petto. Ore 12.30 del 24 febbraio 2017, ho il carrello pieno di spesa, si è fatto tardi e con l’ascensore mi dirigo nel parcheggio sotterraneo per caricare la spesa e tornare a casa. Cerco di fare presto, metto gli scatoloni nel baule, ripongo le borse e borsine, nella fretta mi cadono due buste di affettato.  Un signore dietro di me con una bambina per mano, mi avverte che mi sono caduti degli alimenti. Io lo ringrazio, e mi giro per raccogliere ciò che inavvertitamente ho fatto cadere. Poi termino di caricare e riporto il carrello assieme agli altri, estraendo l’euro. Torno in auto, avevo per fortuna in mano il mazzo di chiavi di casa…e mi accorgo subito che non ho la borsetta! Borsetta che tutte noi donne attacchiamo al gancio del carrello come d’abitudine, o almeno credo… Mi sono sentita smarrita, il cuore batteva all’impazzata, ho iniziato a sudare freddo e sono corsa di nuovo al piano superiore x avvertire il sorvegliante o guardia di turno(che è una e una sola x tutto il centro commerciale…ndr),  di ciò che mi era capitato. Mi è stato spiegato che succede un furto mediamente ogni settimana, ogni 3 gg, ogni 10? Quelli ai supermercati sono i furti per eccellenza e questi fatti oramai diventano una triste consuetudine purtroppo e nessuno ci fa caso piu’ di tanto. “Cara signora succcede ogni giorno….accidenti un altro scippo: ma come e’ successo? Li ha visti? Le hanno fatto violenza? Ma dov’era alle casse automatiche o nel parcheggio??…” le solite frasi di circostanza che si dicono in questi casi.  Fatto sta che nel parcheggio sotterraneo di proprieta’ dell’ACI CLUB, purtroppo non ci sono le telecamere come nel supermercato, e questo per me è un fatto gravissimo! Mi hanno detto che quasi sicuramente  NON erano italiani, che  sicuramente erano in 2 e che si accucciano dietro le auto, per mirare il malcapitato di turno.  Mi hanno rubato non solo la borsa (nuova tra l’altro!)non solo il cellulare, non solo un portafoglio(nuovo!)  che conteneva x fortuna solo  20,00 euro, ma mi hanno rubato le foto dei miei figli,  i miei ricordi, le medicine, la mia trousse con i trucchi che uso abitualmente, nonché patente e carta d’identità., insomma mi hanno rubato un pezzo di me stessa, al quale io tenevo molto! Pazienza x il valore degli oggetti materiali, si ricompreranno pian piano,  quello che più mi fa stare male è che questi  furti si potrebbero in parte evitare. Mi ha traumatizzato molto questo fatto, e’ la prima volta che mi succede in in luogo pubblico, sono ancora  molto scossa, domani faro’ la denucia alle forze dell’ordine. Consapevole che non ritroverò  piu’ nulla di cio’ che era mio, che io non avevo rubato ma pagato onestamente e che due balordi mi hanno tolto con vigliaccheria, credendo di essere loro i più furbi ed io una povera scema. Se ci fossero  state telecamere ben piazzare, luci in più,  guardie anche nel sotterraneo e soprattutto più attenzione a chi facciamo entrare nel nostro Paese, forse forse…

Schianchi Fabiana.

Un sorriso tra le lacrime.

Dolci amici, il nastro non si è certamente riavvolto. Troppi nodi ancora da sciogliere, troppi ricordi anitano ancora nella mia mente e altri se ne aggiungono ogni giorno. Ogni volta che mi dico che il limite e’ stato raggiunto e che abbiamo finito, questi viene immediatamente superato. Un nuovo episodio si fa avanti, un altro doloroso racconto prende il sopravvento e mi terrorizza! Io non conoscevo bene tutti i fatti, ero troppo piccola, ma c’è chi è più grande di me e non ha dimenticato, vivendo tutto in prima persona. E lei, solo lei, ha la memoria storica dei fatti, lei sa e non ha dimenticato, proprio come me. Ed io di lei mi fido CIECAMENTE.  Forse oggi, anno 2017,  a quasi 53 anni e’ giunta l’ora che io sappia proprio tutto tutto, o sarebbe meglio smettere di scavare e trovare solo escrementi? Alcune lettrici donne, mi hanno scritto che bisogna guardare avanti, che si deve provare

a perdonare, che la vita è bella e vale la pena di essere vissuta. Io rispondo loro che si fa presto a parlare. Come riuscire a dimenticare e ad andare avanti, sempre facendo finta che non sia successo nulla?

 A chi mi suggerisce con  dolcezza di perdonare, di guardare avanti e di vivere ogni istante appieno, rispondo che l’ho fatto  sino ad oggi e che desidero continuare a farlo. In che modo ho trascorso la mia vita e con quali difficoltà, lo sa solo Dio. Ma sono qua, con i miei figli  

 Che amo a dismisura, con mio marito che è il mio porto sicuro dove mi rifugio ogni sera custode muto di tutti i miei segreti, con il mio lavoro nel quale mi immergo e che adoro…vado avanti come tutti voi, con difficoltà e piccole gioie, con sorrisi e con lacrime, ma ho deciso di proseguire e di giocarmela tutta sino alla fine, questa partita. E non desidero il pareggio,  ma un tre a zero, come faceva la vecchia signora contro Inter o Milan…Ora vi lascio alle vostre attività quotidiane, le nostre vite sono colme di impegni e tutti sembrano urgenti e prioritari.  Ieri sera, mentre ripensavo ai nuovi fatti appresi, mentre mi preparavo per la notte, dandomi le mie creme e spazzolandomi i capelli, mi sono accorta che lacrime calde e solitarie scendevano sulle mie magre guancie.  panoramadallafinestra 017

 In quei momenti in genere mando uno whats app vocale all’unica persona che amo, al di fuori di marito e figli: mia sorella GIULIANA. E ieri sera dopo aver mandato un messaggio vocale a Giuliana, mi arriva puntuale la sua risposta vocale….e un sorriso mi è spuntato tra le lacrime che spuntavano copiose. Il vocale me l’ha mandato il mio pronipotino Alessandro di 3 anni, figlio del mio unico nipote. Il vocale diceva, “buonanotte zia Fabiana, stai  tranquilla”. Vicino a lui il suggeritore  (mia sorella Giuliana) cioè la sua nonna…ed il sorriso mi ha riempito il cuore  e mi ha permesso di dormire serena,gipadre-pio

Ecco a voi gli ultimi arrivati😍😍😍😍😍🤗🤗🤗.

(Bottiglia da liquore, Austria, 1920. Incisioni in rilievo in argento su vetro, tappo molato, cerbiatti tutt’attorno.)

(Coppia vasi Francesi, liberty, vetro incamiciato in opaline, H cm 22, base cm 10. I decori a sbalzo sono donne tipiche del periodo Liberty Francese. Possono fungere anche da base x lampade preziose).

(Decanter Francese, lo colloco tra la fine del periodo deco’ e gli inizi del liberty. Vetro celeste, decori dipinti a mano in rilievo. Una delizia dei maestri vetrai Francese!Nasce come decanter, ma lo si usa oggi anche come vaso per fiori freschi).

( Tazza da the della nota Royal Albert. La serie è una delle più ricercate, cioè quella dei 12 mesi dell’anno. Questa è Novembre, rappresentata dal crisantemo, che in Giappone è il fiore per confezionare il bouquet della sposa. In vendita ho anche altri mesi…)


(Piatto da portata ovale, misura cm 35 diametro, Royal Albert, serie “OLD COUNTRY ROSES”. Meraviglioso!)

(Tovaglia Proveniente dal borgo di Torrechiara  (PR). In puro lino, intagli ed intarsi fatti ad uncinett,  con abile maestria, dalle nostre progenitrici. Misura cm 180 x cm 265).

(tende in lino, epoca liberty, provenienza Modenese. I fiori mossi ed ondeggianti, gli intagli fatti a mano e la precisione nell’esecuzione dei ricami,  ne fanno un paio di tende da mille e una notte.  Adatte per camera da letto e bagno..)

(Striscia  copri tavolo, deliziosa! Parmense, primissimi anni del ‘900, rinvenuta a Torrechiara,(PR) intarsi e fiori a punto pien, deliziosi!)

(Pizzo coprialtare da Chiesa, lunghezza  cm 154x cm 40, provenienza Langhirano(PR). Ricami fatti naturalmente a mano, sono intagliati nel lino e descrivono fiori con petali).

(Pizzo fine ‘800, provenienza Parmense. È stato usato come tovaglietta da the, per servire il rinfresco al Battesimo dell’erede maschio! Inserti e ricami a filet, misura cm 88 X CM 88).

Questa mattina il mio buongiorno a voi si colora di pesi storici in vendita. Si vanno ad aggiungere agli innumerevoli pezzi che possiedo,  e che fanno parte del mio lavoro di vendita dell’antico e del vintage. Per ogni informazione su prezzi  modalità di consegna o misure, telefonatemi al 320 4380039. Sarò lieta di rispondervi e di accontentare  ogni vostra richiesta. Ne approfitto per ringraziare ancora di cuore, chi tra di voi ha già acquistato da me ed è rimasto pienamente soddisfatto! Domenica sarò presente ad un grosso mercato dell’antico e può essere che i tempi di consegna delle spedizioni che ho in corso slittino di qualche giorno. Ma chi aspetta il proprio pacco stia tranquillo! Arriverà molto presto. Buon mercoledì a tutti.

Vorrei riavvolgere il nastro.

Se potessi farlo lo farei subito, “con il rewind”, diceva Vasco. Se potessi mettere indietro le lancette della mia sveglia, prenderei la sedia perché non ci arrivo e le girerei all’indietro subito. Come si farà  tra poco quando cambieremo l’orario. Se avessi la capacità di fare un miracolo, vorrei non aver pensato ciò che mi fa stare ancora male dopo decenni.  Se non avessi subito ciò che ho scolpito nel cuore e nella mente, cio’ che non riesco a dimenticare non starei cosi’ male. Ma sara’ ancora così e lo è stato ieri , lo è oggi e lo sara’ domani. Perdonarla? Noooooo…..Non ci sono riuscita, ci avevo provato, ma ho mentito anche a me stessa, nell’illusione di ritrovare un pezzo di lei e di me. Lei non è mai cambiata, si età solo furbescamente addolcito, ed io ci sono caduta come  una pera cotta. Mi sono presa in giro da sola  per due anni, ho recitato una parte che stavolta mi è riuscita veramente da schifo. Poi sono scoppiata,  gli argini hanno tracimato e ora sono in mezzo all”acqua. Per di piu’ non so nuotare. Vorrei tanto  saperlo fare, ma mi ha impedito a suo tempo di imparare, così come mi vietò mille altre cose.  Quanto dolore ti ho regalato, quanti sbagli ho fatto x allontanarmi dal carceriere che sei stata per decenni. Oggi se potessi chiedere un Desiderio chiederei di non averti mai conosciuta! Ma temo.sia tardi e ora non posso far altro che termini tutto. Per provare a non soffrire più.

Variante in corso d’opera. 

Erano mesi e mesi che in casa mia non si preparava più una torta, nella fattispecie il mio cavallo si battaglia p: la torta di mele. Le cause sono molteplici…no non è vero. Una sola causa o motivazione che è meglio: la dieta x avanzamento celere si colesterolo x entrambi i coniugi e l’impennata del glucosio. Quindi, per evitare infarti & diabeti, c’è chi è dimagrito parecchi kg. da settembre ad oggi. E x tanti,  intendo veramente tanti tanti. La parola dieta, suona sinistra solo a pronunciarla, sa di privazioni,  di limitazioni, di cambi drastici nelle quantità e nella qualità del cibo. Fare una dieta quando ci sono evidenti e reali problemi di salute,  vi giuro che non è una passeggiata, soprattutto se i kg da perdere come vi dicevo prima, sono veramente tanti.

Comunque devo dirvi che la mia dolce metà è stato bravissimo, ligio al piano alimentare, costante e paziente.  Non si è mai lamentato come faceva qualcun’altra di mia conoscenza,  e, cosa non trascurabile, non si è mai alzato da tavola con la fame. Per degli Emiliani doc come noi, pastaioli x eccelenza, abituati ad esagerare con burro e soffritti, indottrinati dalle nonne e dalle mamme a far galleggiare il ragu’ nell’olio…non è facile cambiare abitudini reiterate nel tempo. In questi mesi è stato favorito oltee che dalla sua forza di volonta, anche dalla moglie che con santa pazienza ha sempre acquistato e cucinato SOLO alimenti che lui poteva mangiare. Invece x Alice menu’ a parte,  lei ha quasi 12 anni  e per fortuna non ha di questi problemi e puo’ mangiare cio’ che vuole. Da principio pesavo tutto al grammo, uno stress più x me che x lui, poi piano piano che i kg se ne andavano, cucinavo oramai ad occhio, sempre mantenendo gli stessi alimenti e le stesse modalità di cottura. Per non annoiarvi troppo, dato che forse in molti di voi stasera andranno proprio a cena fuori e non baderanno  di certo alle calorie, io nel mio piccolo ho pensato di preparare ancora la torta di mele di Fabiana. Ho fatto una trasgressione, va beh lo ammetto!! 

L’ho chiamata in vari modi nei miei post  la mitica e stasera la vorrei chiamare “torta rosso passione“. Sapete perché? Perché oggi ho fatto non una,  bensì tre varianti al piano regolatore, cioè alla ricetta base della mia torta. Per prima cosa e per la prima volta da quando cucino torte,  ho usato il burro chiarificato. Seconda variante, dato che  non ero pienamente soddisfatta della prima,  invece di mettere a macerare le mele renette nel solito Sassolino, oggi mi andava di inzupparle nel liquore “misto per dolci “. Va da sé che la torta ha assunto una colorazione rossa ed invitante,  ed ecco la colorazione del prima e del dopo.

Prima della cottura…

 .,..e dopo la cottura. Domani vi saprò dire come è diventata e se le tre varianti fatte hanno dato buon esito! Buona e affettuosa serata a tutti. E scoprirò anche se siete attenti nel leggere….

Buona serata a tutti!

Il calendario delle feste commerciali. 

Buongiorno amici, siete già svegli? Io da un po’, ho già fatto colazione e compiuto i soliti rituali del mattino. Cerco di fare molto piano, non sempre ci riesco, non desidero svegliare Alice e C. che dormono beati sino alle 7! Oramai mi sto abituando a questo risveglio cosi repentino, che da un paio di mesi avviene tra le 5 e le 6.30 del mattino. Ammetto che la sera mi addormento molto presto,  riconosco che non avendo più vent’anni la qualità e la quantità del sonno sono variate,  ammetto infine che mi da’ molto fastidio. Vorrei riuscire a restare a letto almeno sino alle 7, ma sarebbe pretendere troppo e devo accontentarmi, tanto al cuore come al sonno, non si può comandare. Oggi nella fattispecie, di cuori si parlerà molto,

 dal momento che si dovrebbe festeggiare San Valentino,  la festa per eccellenza degli Innamorati. 

 Per come la penso io, una festa commerciale a tutti gli effetti,  la seconda festa dopo l’epifania proposta dal mondo del consumismo e dello spendere inutilmente. Abbiamo ancora l’odore del muschio in casa e abbiamo da poco riposto gli scatoloni di alberi & presepi

che siamo già qui a pensare se comprare fiori o andare fuori x una cenetta romantica. Cosa che peraltro si può fare durante tutto l’anno solare, se fatta con amore e rispetto! Tra poco, passata questa festa e “gabbato lo Santo”, arriva carnevale con i suoi intrigoni ed i dolci fatti in casa,

 che aiutano tanto la discesa libera del colesterolo. Dopodiche’ si affaccia l’otto marzo, festa di noi donne

 con l’odore insulso (per me) della mimosa.  Poi volendo proseguire e segnare nell’ agenda per non dimenticarci, l’immancabile festa del papà con la famosa letterina sotto al piatto.

Quest’ anno la Pasqua verrà molto avanti, il 16 aprile, giorno pure del compleanno di mio marito, perciò nell’uovo dovrò mettere anche il regalo per lui?

Seguirà la dolce e tenera festa della mamma, con la pianta da scegliere per suocera e madre,

Che dovranno essere di valore e coreografia molto similari, perché se così non fosse, potrebbe scoppiare una lite tra coniugi, che andrebbero avanti x giorni a rinfacciarsi che “la gerbera di tua mamma è più bella e grande delle violette del pensiero della mia…”. 

Ora sento i primi rumori,  la casa con i suoi abitanti si sta risvegliando ed il tempo per proseguire con le altre festività è terminato. Non mi resta che augurarvi una Serena e dolce giornata, uguale alle altre, permettendomi di dirvi che per chi si vuole bene davvero, San Valentino viene tutti i giorni dell’anno.

Lorenzo Guerini: PD  superato il livello di guardia. 

Il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini commenta la lotta interna nel partito, ammettendo che si è superato il livello di guardia.

 

perciò deduco che ora può solo tracimare. E quando un  partito “tracima”, cioè “va di sopra” per usare un detto tratto dal dialetto Reggiano,  fa come il Po. Porterà a galla detriti e scorie radioattive di ogni tipo. Chi poi sarà che va a raccogliere suddetti rifiuti….boh!

Il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini commenta la lotta interna nel partito, ammettendo che si è superato il livello di guardia, Alla vigilia della direzione Dem, Guerini dice: “Finiamola con polemiche inutili che non fanno bene al Pd, si è superato il livello di guardia. Ogni giorno un se o un ma e una condizione”. 

 Aggiungerei una piccola nota a pie’ di pagina: con i se e con i ma la storia non si fa.

Guerini chiede a tutti di “assumere posizioni chiare”: “Domani si terrà una direzione in cui il segretario dirà in modo chiaro la prospettiva che intende proporre al partito e al Paese. Da lì, dalla proposta che verrà avanzata ognuno, mi auguro, assumerà responsabilmente una posizione chiara”.

 Possibilmente in piedi, eretta, ben davanti all’obiettivo da colpire,  altrimenti si rischia di farla tracimare ancora una volta..

Il vicesegretario Dem non fa nomi, ma attacca la minoranza: “Credo sia venuto il momento di smetterla con la tattica dell’aspirazione al logoramento”.

Va bene allora cambiamo tattica : usiamo ora quella antica ma sempre attuale di far credere che gli asini volano e che le cicogne non hanno ancora smesso di recapitare bambini a domicilio.

E ancora: “A dicembre ci è stato chiesto di non fare subito il congresso, poi no elezioni senza congresso, poi no alle primarie, poi sì al congresso ma non “troppo anticipato”. Ora spunta la segreteria di garanzia. A tutti vorrei rispondere così: se si anticipa il congresso lo si anticipa davvero, senza formule fantasiose, ma con le procedure e la strada indicata dallo statuto e cioè convenzioni nei circoli e poi elezione del segretario con primarie aperte. Punto”.


Buon lunedì a chi mi leggerà e un buon inizio settimana anche a chi cambierà canale! Mentre il mio caffè in cialde “Lavazza,  crema & gusto”, mi ha deliziato il palato,  la prima notizia che il mio tablet mi fornisce è quella più sopra riportata. Ho inserito qualche battuta personale a titolo scherzoso, così tanto x stemperare la notizia e renderla il più dolce possibile….aggiungo l’ultima frase del nostro Matteo,  che al ritorno da un ritiro nei boy scout la prima cosa che gli è venuta di dire è stata questa: 

Renzi al Tg1: “Non penso ci sia il rischio scissione, la gente non capirebbe”.

È il caso di dire,  che non ha inquadrato bene la faccenda, gli proporrei un aiutino..

Una serena domenica sera.

A conclusione di una settimana impegnativa,  piena di colpi di scena e di colpi di tosse, ho preparato la pizza.  Questa volta la farina c’è l’avevo,  gli ingredienti erano tutti in dispensa che mi aspettavano, i commensali non mancano e la fame nemmeno. Il risultato è questo.

Accendo il forno ed attendiamo di gustarla, con una birra fresca, poi tg5, un poco di Fabio e di Lucianina, ed infine. Andiamo tutti tra le braccia di Morfeo, per attendere l’inizio di una nuova settimana.

E voi come state trascorrendo questo ultimo scorcio domenicale?

( ecco a voi le mie nuove tende in pizzo francese, montate dal mio amore, alla tirolese., vi piacciono di più con le calamite o senza?)

Buona serata dai miei bambini. 

Questa sera sono stanca e molto affaticata.   La voce ancor non è tornata, la tosse e’ molto amplificata. Ma io già in Patagonia,  ben pulita e spazzolata, ho l’animo ed il cuor sereno. Ehi attenti! Mica ho detto che guardo Sanremo! Me be vado sul divano a sprofondare nell’attesa della melissa da degustare,  e nel contempo Fabiana sai che fa? Sbircia nella sua cristalliera e dai suoi gioiosi bambini,  vi fa dar la buonasera.

 ( le statue esposte, così come tutti gli oggetti pubblicati nei miei articoli, fanno parte delle mie collezioni di vintage & antico che ho in vendita. Per saperne di più, contattatemi al 320 4380039 o mandatemi mail. Sono presente su diversi canali ON LINE e le mie collezioni sono  acquistate non solo in  TUTTA ITALIA, ma ho clienti anche in alcuni Stati Europei. Inoltre partecipo con gioia anche a qualche mercato dell’antico o del vintage! È una grande soddisfazione per me, occuparmi di una delle mie passioni di sempre…oltre alla scrittura.)

Io non so parlar di politica.

..però osservo attentamente ciò che mi succede intorno, cerco di analizzare e di capire, studio i comportamenti degli esseri umani e soprattutto evito i giudizi. Mi faccio molto spesso domande, talvolta anche complicate e  raramente trovo le risposte.  È  inutile sottolineare che le mie idee precise sull’orientamento politico e su quale uovo depositare nell’urna quando andremo, ce le ho anch’io e me le tengo ben strette e radicate dentro il cuore.  Sbagliate o giuste che siano, sono le mie idee ed il mio sentire, a onor del vero più per tradizione famigliare, che per accanito credo politico. Sono altre le priorità di Fabiana Schianchi, ma un piccolo angolino lo riservo anche ai miei diritti e doveri di brava cittadina Italiana. Su  questo punto però ora tralascio ed arrivo al succo della questione. Come faccio a non stupirmi di ciò che succede attorno al neo eletto presidente degli Stati Uniti d’America? Sta cominciando a muovere i primi passi, ed ecco che non accettiamo il fatto che caschera’ parecchie volte,  prima di saper camminare da solo?No cari lettori, il signor Trump sa già camminare da solo, con le proprie gambe, non ha bisogno di essere sorretto come la piccola bambolina della foto…( io e mia sorella, aprile 1965…)

Come non interrogarsi sui comportamenti inverosimili, di Americani e non solo, sulle prime ferme decisioni prese ed applicate da Donald Trump, promesse e giurate in campagna elettorale? Sembrano caduti dalle nuvole tutti quanti,  par che abbiano scoperto l’acqua calda! Osservo con disgusto i comportamenti di quella parte di americani che tifavano per Hillary. Perché non hanno ancora digerito il “rospo biondogranomaturo”.? Qui signore o signori il grande polverone che si sta alzando attorno alla casa bianca, si rivela una nube tossica destinata ad ampliarsi a macchia d’olio e a coinvolgere il mondo intero.  Se tanto mi dà tanto, visto ciò che ha fatto dal 21 Gennaio 2017 ad oggi, cioe’ in soli 21 giorni di Presidenza, mi domando cosa fara’ quando saranno 9 settimane e mezzo,  che avra’ l’onore e l’onere di gironzolare in quello che sua moglie definisce “un bilocale”. Non ci vogliamo rendere ancora conto, che e’ lui l’uomo più potente del MONDO?  D’altronde la maggioranza degli Americani lo  ha votato, non e’ stato portato li’ dalla cicogna o da Babbo Natale, e’ stato ELETTO dalla stragrande maggioranza dei suoi connazionali e su questo non ci piove. La matematica ed i numeri, in questo preciso caso ci tornano buoni: essi non sono un’opinione.  Mi sembra piuttosto prematuro e soprattutto nocivo per le Nazioni tutte, continuare ad ostacolando e a definirlo un secondo Hitler o giù di lì.. L’essere umano, ignorante come un asino da soma, precipitoso x natura,  irriverente nei confronti delle regole e non rispettoso nei confronti di chi le emette,  grida e starnazza ancor prima di vedere come si metteranno le cose. Vedo ogni forma di manifestazione possibile, ogni tentativo politico e non, messo in atto x danneggiare il suo operato. Ma Donald, affiancato dalla figlia Ivanka palluta e tosta come lui, non dalla moglie Melania, redarguita e convinta con le buone a mettere nel caveau i suoi gioielli,  è stra convinto di ciò che fa. Lui, pieno satollo di miliardi sino all’ultima delle sue rughe, tira innanzi per la sua strada e PROVA (non è detto che ci riesca,) a raddrizzare un’America debole e con parecchi buchi neri. Mi azzardo solo a dire che non desidera che si ripeta un altro attentato simile a quello dell’11 settembre 2001. Oltre ad altri chiamiamoli desideri ed obiettivi  che trasformera’ ben presto in realta’ con le bacchette magiche che possiede. Lasciamolo lavorare in pace accidenti a noi,! Tanto x 4 anni nessuno gli sposterà il suo potente deretano dalla poltrona sita nella sala ovale.  Tanto vale che ci attrezziamo per imparare a conviverci e ad accettare ciò che deciderà di fare, credo x il bene della Nazione.  E se starà bene l’America, di conseguenza staremo bene anche noi Italiani, di conseguenza ne usufruiro’ un pochettino anch’io e a che su  questo punto forse siamo tutti d’accordo?  Speriamo solo che quando Paolo (Gentiloni..) lo incontrerà, non gli venga un altro attacco di cuore. Se Holland pacioccone e ridanciano, gli ha fatto quest’aspetto,  chissà se incontra Trump cosa gli accade poverino! È troppo pallido ed emaciato quel ragazzo, brava persona e morigerato, di buona famiglia, copia sbiadita del Renzi che fu, ma persona discretina ed educata, che alla fine della fiera non dispiace. Termino il mio pensiero del venerdì, augurandomi che se Paolo dovesse soccombere ancora, non rientri Matteo a fargli da supplente! Questo proprio non lo digerirei per niente….tinoscotti.pg Mi rimarrebbe sullo stomaco come una bruschetta intrisa di aglio mangiata a mezzanotte.  Alla prossima miei cari.