Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Corteggiatori si nasce: lettera A.

A  come altruista:

uomo di mezza statura e un’età compresa tra i trenta e i cinquant’anni, ancora
celibe. Buono di natura, generoso, non avaro, amoreggia sempre con più di una donn contemporaneamente.Dona tutto di sé: un pezzettino a me, uno a te,
uno all’altra, per sé non tiene nulla, solo il conto in banca.E’ rimasto però single, ci sarà pure un perché! Mentre corteggia te e ti fa credere che sei l’unica, ne ha “a mano” almeno altre due di scorta. Non essendo più di primo pelo, tende a fare confusione e chiama “micetta”, l’altra soprannominata “tigrotta”, quando
invece la terza viene chiamata “panterona”Come smascherarlo? Bendatelo e facendovi toccare, chiedetegli di dirvi dove avete i nei, le macchiette e di che colore sono i vostri occhi: questa è la prova del nove. A volte porta a cena tutte e tre, chiamando altri due suoi fidati amici in aiuto, ma le tre, furbe e
ingegnose ragazze, essendosi conosciute tramite facebook,conoscono i
trucchi del mestiere e si sono finte uomini. In questo modo hanno
capito e ora gliela faranno pagare assai cara!

A come avaro:

è il contrario esatto del corteggiatore altruista. Non si prodiga nel corteggiare una donna, la conquista nel senso stretto della parola gli interessa
relativamente. Più che altro abbisogna di una donna che possa
mantenerlo, sfamarlo e curarlo, portando in dote anche l’ultima
cornice di argento antico che possiede. Previdente quanto furbacchione, non mette nella tasca posteriore il portafoglio per non doverlo estrarre mai, tiene i documenti nel taschino della camicia e gira con uno/due euro per caffè e parcheggio. Se per puro caso sente la necessità corporea di mettere gli occhi su un essere umano di genere femminile, la porta fuori a cena, scegliendo il Mc Donald, l’autogrill di ultima categoria, o la cena in piedi al bar, adducendo la scusa che fa molto “trendy”. Se le regala fiori sono sempre piscialetti di
campo, che lui chiama con il nome preciso, per fare bella figura
“Tarassaco”. Si esprime a monosillabi, se usa troppe parole gli si prosciuga la lingua subito, poi deve spendere per colluttori e dentifricio e bere parecchia acqua per far defluire ancora la saliva in bocca. E’ avaro in tutto e per tutto, perciò non si capisce bene il motivo per il quale decide di provare a conquistare una donna. Se la porta al cinema, sceglie il film in decima visione per pagare meno il biglietto, oppure noleggia la videocassetta (videocassetta e non DVD) con la scusa, che guardarlo a casa seduti per terra, sgranocchiando popcorn scaduti e bevendo acqua di rubinetto, allungata con lo sciroppo Fabbri al gusto di amarena, è più intimo. Se decide di invitare la malcapitata a dormire a casa sua, dormono tutti e due sul divano, con le chiappe di lei, fuori dalla sponda. Lo fa per non rovinare il letto e tenerlo immacolato! Sessualmente è un vero disastro: cronometro alla mano, un minuto di preamboli maldestri e taccagni, poi, sul più bello..batte in ritirata e invece
di entrare, fa uscire la donna invitandola ad andare a casa sua,
adducendo una tonsillite in atto, di origine batterica. La poverina con la paura di beccarsela e lo shock umiliante per non aver concluso nulla, se ne scappa, ma non prima di avergli mollato un sonoro ceffone. Meritato peraltro!

A come audace:

qui care amiche cominciamo a ragionare. L’uomo in questione non passa di
certo inosservato. Capello alla moda corto ma non troppo, quel tanto
che basta per lasciare il “coppino” profumato e lisciato, libero di essere baciato da lei, mani curate, non fuma, sempre abbronzato di sole naturale, preso dice lui, nel suo casale di campagna mentre si occupa delle rose. Petto massiccio, non impiallicciato, solido e senza reumatismi, non si lamenta mai di cervicali o ernie al disco,sempre perfetto, sempre in orario, sempre impettito e pronto ad un eventuale combattimento per conquistare l’amata. Ha muscoli forti e
saldi, gambe atletiche, nocche delle mani nervose che trasmettono impeto e passione. Ha costantemente l’alito profumato, al posto dei chewingum, si lava i denti con salvia, rosmarino, malva, alloro e timo. Nel casale di campagna ha un’intera coltivazione di queste piante botaniche che gli servono anche per strofinare le ascelle, sempre asciutte ed immacolate, non gli sudano mai, beato lui. Per le parti più intime e nascoste usa solo prezzemolo e limone, le mette
come dire “in concia”, poi le lava accuratamente dopo una settimana di concia e le cosparge di maggiorana. Tiene anche qualche piantina di basilico di Portovenere, le foglie le mette nelle scarpe, è l’unico punto del suo corpo dove si sfogano le sue emozioni, gli sudano i piedi e produce tanta acqua quanta ne contiene la fontana di Trevi. E’ logico ed umano, in un qualche modo tutto questo grosso lavoro per essere sempre all’altezza della situazione ,gli costa
molta fatica e sudore e meglio che si sfoghi nei piedi che in altre parti del corpo. Sa sempre come muoversi e conosce le frasi da dire in ogni situazione alla donna che conquisterà senza troppa fatica, butta qua e là paroline piccanti ma non volgari per intricare la preda, facendole perdere il sonno ed il senno. Vestito di tutto punto, con la camicia bianca, sbottonata solo al primo bottone, calzone e pacco ivi contenuto, rigido di stiratura, mocassino di
pelle umana marrone, è in grado di fare benzina nell’auto di lei, al
self service, senza sporcarsi minimamente e senza avere nelle mani
quell’odore sgradevole di benzina. Sembra un attore, un uomo che non
deve chiedere mai, mentre con una mano tiene la pompa della benzina e
con l’altra attira la preda, in un abbraccio serrato con tanto di
bacio linguale, interminabile. Unico rischio: la benzina una volta riempito il serbatoio della vostra piccola utilitaria, si spargerà per tutto il distributore, costringendo l’Audacissimo a chiamare i soccorsi. Per lei, svenuta dopo quel bacio a base di salvia e per il distributore e le case vicine incendiate dalla benzina. Ne varrà la pena avere così tante pene per un sol pene?

Autore: Fabiana

Sono nata il 6/6/64. tutto il resto é noia, mi trovi su SHPOCK, su VINTED, SUBITO.IT. SE HAI BISOGNO CHIAMAMI X COSE SERIE al 3204380039!

11 pensieri riguardo “Corteggiatori si nasce: lettera A.”

  1. Fabiana…stai smontando il mito del corteggiatore!poveri uomini! Fanno ciò chè possono…cioè il minimo indispensabile. Eh..c’è la crisi..ma non solo economica! LORO sono in crisi…svogliati…pigri…senza creatività. Ma siamo ancora alla lettera A!

    "Mi piace"

  2. sei davvero comica, almeno ci fai sorridere, e non è poco. Gli uomini sono persone anche loro… un insieme delle tre A ed anche di più, ma questo tu lo sai già, dall’alto della tua esperienza. a me, purchè sia veramente Uomo, va bene tutto. A presto

    "Mi piace"

    1. Che io sia comica e faccia sorridere è un complimento e te ne ringrazio, In questo mondo soprattutto virtuale tante persone fanno solo piangere per le disavventure che postano, le poesie straziacuore e le foto tutte uguali di blog in blog! Che gli uomini siano persone e non animali o cose, beh! te ne renderanno grazie, meno male che lo riconosci! Che io invece abbia un esperienza talmente grande da poterli riconsocere tutti direi no, A suo tempo mi fermai alla lettera P o Q, non ricordo bene. Mi mancano ancora diversi esemplari ma temo che con un marito geloso mi sia impossibile proseguirecon altri esperimenti!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: